Discussione:
[SEMI OT] A proposito di diffamazione su Internet - lungo
(troppo vecchio per rispondere)
Ahriman
2003-10-20 12:16:30 UTC
Permalink
Ciao a tutti.
Ho letto negli scorsi giorni una serie di post che trattano il tema in
oggetto, e volevo, nel mio piccolo, fare un po' di chiarezza per evitare che
qualcuno rischi una querela (come è successo a Massimo, vedete il post più
sotto "A volte ritornano").

Premetto una cosa: non sono laureato in giurisprudenza, ma il mio lavoro mi
porta spesso in contatto con la sfera giuridica; quello che segue è una
somma di notizie derivate da documenti che ho letto ed esperienze
personali/professionali.

Allora, la diffamazione è un reato contro l'onore attuato mediante offesa
alla reputazione con "comunicazione a più persone". Il fatto che una
presunta offesa venga postata su un newsgroup rientra nella definizione di
"comunicazione a più persone", anzi, alcune sentenze abbastanza recenti
hanno stabilito che una pubblicazione su newsgroup è almeno potenzialmente
una comunicazione "erga omnes", diretta a tutto il mondo e quindi
paragonabile (o addirittura più grave) della diffamazione a mezzo stampa.

Partiamo dalla legge:

Cod. Penale - art. 595

Diffamazione - Chiunque, fuori dei casi previsi nell'art. precedente*,
comunicando con più persone, offende l'altrui reputazione, è punito con la
reclusione fino a un anno o con la multa fino a lire due miloni. Se l'offesa
consiste nella attribuzione di un fatto determinato, la pena è della
reclusione fino a due anni e della multa fino a lire quattro milioni. Se l'
offesa è recata col mezzo della stampa, o con qualsiasi atto di pubblicità,
ovvero in atto pubblico, la pena è della reclusione da sei mesi a tre anni o
della multa non inferiore a lire un milione. Se l'offesa è recata a un Corpo
politico, amministrativo o giudiziario, o ad una sua rappresentanza, o a una
Autorità costituita in collegio, le pene sono aumentate.


* Cod penale - art. 594

Ingiuria - Chiunque offende l'onore o il decoro di una persona presente è
punito con la reclusione fino a sei mesi o con la multa fino a lire un
milione. Alla stessa pena soggiace chi commette il fatto mediante
comunicazione telegrafica o telefonica, o con scritti o disegni diretti alla
persona offesa.La pena è della reclusione fino ad un anno o della multa fino
a lire due milioni, se l'offesa consiste nella attribuzione di un fatto
determinato. Le pene sono aumentate qualora l'offesa sia commessa in
presenza di più persone.


Viste le leggi, possiamo dire che per offesa alla reputazione si intende una
lesione dell'onore e del decoro (qualità compendiate nel concetto di
reputazione) a carico di un soggetto mediante l'imputazione ad esso di fatti
(o l'attribuzione di qualità) tali da generare nella società o nell'ambiente
socio-professionale in esso cui opera e si è costituito un presumibile
apprezzamento, un senso di generale disistima verso le sue qualità, siano
esse morali, intellettuali o fisiche.

Di solito la diffamazione prende forma mediante l'attribuzione generica di
qualità o attività disonorevoli che prendono corpo in epiteti offensivi, in
assenza del diffamato (altrimenti il reato è ingiuria).
Però pùo succedere che vengano attribuiti all'assente dei "fatti
determinati", cioé eventi delineati con precisione (anche se non
necessariamente provvisti di indicazioni cronologiche o di luogo) tali da
suscitare nella mente di chi li apprende la rappresentazione sostanziale di
un evento reale.
L'attribuzione di "fatti determinati" - come sopra esposto - è considerata
"aggravante" della pena, dal 2° comma dell'art. 595 c.p..

Visto quanto detto in precedenti post, è quindi meglio precisare che il
reato di diffamazione si concretizza attraverso l'effetto di diffusione -
con intenti di discredito - sia di fatti o qualità "insussistenti" sia di
fatti "veri".

Quando si parla di fatti "veri" c'è da fare un distinguo: è necessario
(perché ci sia reato) che la divulgazione di questi fatti non risponda ad un
interesse generale o pubblico oppure che la divulgazione non abbia
collegamenti con il comportamento che il "diffamato" tiene nei rapporti di
civile convivenza nella sua veste di professionista o di datore di lavoro.
In pratica, c'è reato se con la diffusione del fatto "vero" l'autore
realizza solo l'obbiettivo del discredito fine a se stesso, mediante la
violazione della sfera riservata ed intima della persona diffamata.
Se la veridicità del fatto attribuito viene provata, ma colui che l'ha
divulgato ha conferito al fatto una importanza maggiore oppure lo ha
divulgato in modo da farlo ritenere più disonorevole, il reato c'è
comunque - ex art. 596, ultimo comma c.p.

E' inoltre reato il diffondere fatti o addebiti in forma "insinuante", tale
cioè da non dare la certezza ma da suscitare il sospetto o il dubbio che il
destinatario dell'addebito possa essere l'autore dell'azione disonorevole.

Per quanto riguarda il destinatario dell'offesa, va precisato come il reato
sussiste anche quando l'offensore abbia usato la cautela di non menzionare
"nominativamente" l'offeso ma questi sia determinato o agevolmente
determinabile e percepibile da coloro nel cui contesto socio-economico
opera, anche attraverso l'indicazione di caratteristiche somatiche, di
tratti del comportamento, la menzione di cariche sociali ricoperte o di
altre attribuzioni ionee per una identificazione.

Anche le persone giuridiche possono essere soggetti passivi del reato. Nel
caso di attribuzione ad un'azienda di fatti, qualità o comportamenti
disonorevoli, si considera offesa la persona che riveste la massima carica
direttiva sociale o i componenti dell'organismo che determina la linea di
gestione dell'azienda, legittimati, pertanto, all'azione di querela.

Tutto questo per dire che, ad esempio, pensare di preparare un database
"lista nera" di aziende che si sono comportate scorrettamente con alcuni è
tremendamente rischioso.

Il reato di diffamazione è soggetto alle cause di non punibilità (definite
negli artt. 51 [adempimento di un dovere] e 52 c.p. [legittima difesa]) ed
alle circostanze attenuanti (di cui all'art. 62 c.p.). Non credo che il caso
sopraccitato possa rientrare nelle cause di non punibilità.

Riporto per esteso le cause attenuanti:

art. 62 c.p. Circostanze attenuanti comuni
Attenuano il reato, quando non ne sono elementi costitutivi o circostanze
attenuanti speciali, le circostanze seguenti:
- l'aver agito per motivi di particolare valore morale o sociale;
- l'aver reagito in stato di ira, determinata da un fatto ingiusto altrui;
- l'aver agito per suggestione di una folla in tumulto, quando non si tratta
di riunioni o assembramenti vietati dalla legge o dall'autorità, e il
colpevole non è un delinquente o contravventore abituale o professionale, o
delinquente per tendenza;
- l'avere, nei delitti contro il patrimonio, o che comunque offendono il
patrimonio, cagionato alla persona offesa dal reato un danno patrimoniale di
speciale tenuità, ovvero nei delitti determinati da motivi di lucro, l'avere
agito per conseguire o l'avere comunque conseguito un lucro di speciale
tenuità, quando anche l'evento dannoso o pericoloso sia di speciale tenuità;
- l'essere concorso a determinare l'evento, insieme con l'azione o
l'omissione del colpevole, il fatto doloso della persona offesa;
- l'avere, prima del giudizio, riparato interamente il danno, mediante
risarcimento di esso, e, quando sia possibile, mediante le restituzioni; o
l'essersi, prima del giudizio e fuori del caso preveduto nell'ultimo
capoverso dell'art.56, adoperato spontaneamente ed efficacemente per elidere
o attenuare le conseguenze dannose o pericolose del reato.

Tra l'altro, se si incorre nel reato di diffamazione, si può anche incorrere
in alcune ipotesi di reato connesse, riportate al sito:
http://www.filodiritto.com/diritto/penale/diffamazionneonlinerovere.htm

(che parla proprio del reato di diffamazione online, vale la pena leggerlo)

Cito un passaggio:

"Come la stessa casista giudiziaria ha avuto modo di dimostrare ampiamente
negli ultimi anni, attraverso una condotta diffamatoria è possibile ledere,
oltre all'onore e alla reputazione della persona offesa, anche beni
giuridici diversi, parimenti tutelati da altre disposizioni penali.
Poniamo il caso, ad esempio, che, accanto al messaggio diffamatorio, compaia
sul forum di un newsgroup, anche il nominativo della vittima o comunque
altri suoi elementi identificativi.
In tale ipotesi ben potrebbe accadere che terze persone, tratte in inganno
dalle dichiarazioni diffamatorie, siano indotte a contattare il soggetto
passivo, sia direttamente, sia per mezzo del telefono o tramite e - mail,
inviandogli, così, messaggi aventi un oggettivo contenuto di molestia o di
disturbo per quest'ultimo.
La fattispecie di reato che in tal modo, unitamente alla diffamazione,
verrebbe a configurarsi è quella punita dall'art. 660 c. p., ossia il
delitto di molestie poste in essere da un autore mediato (art. 48 c. p.).
E' poi intuitivo che, laddove le dichiarazioni a contenuto diffamatorio
venissero accompagnate dall'indicazione di dati o di informazioni, anche
rispondenti al vero, riguardanti la vittima, si potrebbe ravvisare altresì
l'ipotesi di trattamento illecito di dati personali sanzionato ex art. 35
della legge sulla privacy (l. 675/96)."


Quindi, come vedete, parlare male di qualcuno a torto o a ragione su un
newsgroup sicuramente espone al rischio di ricevere una querela. Se si parla
male a ragione le possibilità di cavarsela ci sono, ma ci sono anche le
possibilità di essere condannati. Come "una rondine non fa primavera", non è
detto che un sigolo comportamento professionale non proprio limpido (vero o
presunto) da parte di un'azienda possa essere interpretato da un giudice
come normale comportamento dell'azienda stessa, azienda che magari può
provare il contrario con opportuna documentazione.
Non so se abbiate mai partecipato a qualche gara di appalto: pensate sia
molto difficile per una società (non protestata o che non sia in via di
fallimento :-)ottenere documenti attestanti la professionalità e la
correttezza nei rapporti professionali dalla filiale della banca dove
l'azienda stessa ha il conto (piuttosto che da un fornitore regolarmente
pagato)?

Ciao a tutti

--
Ahriman
massimagnus
2003-10-20 13:13:17 UTC
Permalink
Ahriman wrote:

[SUPERCUT giusprudenziale]
Post by Ahriman
Quindi, come vedete, parlare male di qualcuno a torto o a ragione su un
newsgroup sicuramente espone al rischio di ricevere una querela.
Fai un gran polverone da azzeccagarbugli in latinorum. Confonde et imperat?

La premessa è L'INGIURIA.. se io dico che XY è un ladro e quello non ,o
è ha tutti i diritti di querelarmi e vincere pure.

Il nostro caso è diverso, se io dico pubblicamente che la ditta XYZ non
paga gli stipendi da tre mesi perchè naviga in cattive acque oppure che
l'art director è la moglie del titolare quale sarebbe l'ingiuria?

Se io dico che i prodtti di ZXY sono una merda perchè pieni di bachi a
questo punto che fanno mi arrestano? E' un'opinione, una recensione,
visto che è fatta in pubblico.

Sono dati di fatto/opinioni/recensioni e stop!
Post by Ahriman
Se si parla
male a ragione le possibilità di cavarsela ci sono, ma ci sono anche le
possibilità di essere condannati.
Appunto, vale anche per chi la intraprende la causa per "leso onore" chi
ti porta in causa deve dimostrare in cosa gli hai leso l'onore ;))
Post by Ahriman
Come "una rondine non fa primavera", non è
detto che un sigolo comportamento professionale non proprio limpido (vero o
presunto) da parte di un'azienda possa essere interpretato da un giudice
come normale comportamento dell'azienda stessa, azienda che magari può
provare il contrario con opportuna documentazione.
Le cause ci stanno apposta per dirimere le questioni e far evolvere il
diritto, ma maggior ragione chi dovesse postare maleparole sulla azienda
farlocca deve farlo avendone le dovute certezze.
Post by Ahriman
Non so se abbiate mai partecipato a qualche gara di appalto: pensate sia
molto difficile per una società (non protestata o che non sia in via di
fallimento :-)
ottenere documenti attestanti la professionalità e la
correttezza nei rapporti professionali dalla filiale della banca dove
l'azienda stessa ha il conto (piuttosto che da un fornitore regolarmente
pagato)?
Va bene così dunque? cxomuque l'esempiio me sembra fuor strada
Post by Ahriman
Ahriman
Dopo tutta questa disquisizione almeno un nome, un cognome e a che
titolo parli sarebbe stato gradito.

ciao

max
-----------------------------------
http.//digilander.libbero.it/bolido
n3tgan3sh
2003-10-20 13:34:20 UTC
Permalink
Post by massimagnus
Fai un gran polverone da azzeccagarbugli in latinorum. Confonde et imperat?
questo newsgroup e' intasato da persone che, come te, invece di leggere
correttamente un messaggio, partono abbaiando, scalciando, accusando,
malmostando. E' veramente una tristezza.
Il suo "polverone da azzeccagarbugli" non contiene altro che : citazione
degli articoli di legge e suoi commenti, affatto ingarbugliati (se non per
l'osticita' del diritto) e scevri da commenti in latino (l'unico e'
addirittura "tradotto") , che è cosi' come è scritta e la sua
interpretazione, PURTROPPO, è assai corretta.
Il suo messaggio è di indubbia utilità e fornisce anche un link per
studiarsi piu' a fondo la questione, magari per evitare di essere querelati
in futuro, come lui stesso indica all'inizio.
Per il resto del tuo commento, non ho titoli giurisprudenziali per
risponderti, ma confondi la diffamazione con l'ingiuria ("la premessa è
l'ingiuria").

Infine il tuo commento finale : "Dopo tutta questa disquisizione almeno un
nome, un cognome e a che
titolo parli sarebbe stato gradito."
Lui si è qualificato e ha spiegato chi e'.
E ora giriamo la domanda : tu chi sei ? E qual è l'utilita' del tuo
messaggio, oltre quella di dare del confonditore ad Ahriman ? E di non aver
letto il thread di Massimo (che purtroppo *ingiuria* usando i termini
"bastardi" e "stronzi") ? E le tue considerazioni su che basi si reggono ?
massimagnus
2003-10-20 14:05:13 UTC
Permalink
Post by massimagnus
Post by massimagnus
Fai un gran polverone da azzeccagarbugli in latinorum. Confonde et
imperat?
questo newsgroup e' intasato da persone che, come te, invece di leggere
correttamente un messaggio, partono abbaiando, scalciando, accusando,
malmostando. E' veramente una tristezza.
Veramente l'ho letto, posso abbaiare e scalciare ora? ;))))))))))))))))

La tristezza poi sono i piccoli conformisti come te...
Post by massimagnus
Il suo "polverone da azzeccagarbugli" non contiene altro che : citazione
degli articoli di legge e suoi commenti, affatto ingarbugliati (se non per
l'osticita' del diritto) e scevri da commenti in latino (l'unico e'
addirittura "tradotto") , che è cosi' come è scritta e la sua
interpretazione, PURTROPPO, è assai corretta.
Il suo messaggio è di indubbia utilità e fornisce anche un link per
studiarsi piu' a fondo la questione, magari per evitare di essere querelati
in futuro, come lui stesso indica all'inizio.
Infatti il post era ssolutamente ripettabile, da leggere niente da dire
e, una volta tanto, ben dettagliato e referenziato... il fatto è che si
mette sullo stesso piano chi da dello "stronzo" o "ladro"
all'imprenditore con chi, come nell'intento della mia idea, fa un
servizio publico e sociale dicendo "attenti che la ditta XYZ non paga"
con l'intento di affosare un'iniziativa che, attuata seriamemte e nei
dovuti modi, potrebbe sparigliare molti altarini.
Post by massimagnus
Per il resto del tuo commento, non ho titoli giurisprudenziali per
risponderti, ma confondi la diffamazione con l'ingiuria ("la premessa è
l'ingiuria").
La diffamazione è un ingiuria portata indirettamente... lo trovi così
sconvolgentemente incoerente e contraddittorio? boh!
Post by massimagnus
Infine il tuo commento finale : "Dopo tutta questa disquisizione almeno un
nome, un cognome e a che
titolo parli sarebbe stato gradito."
Lui si è qualificato e ha spiegato chi e'.
Premetto una cosa: non sono laureato in giurisprudenza, ma il mio
lavoro mi porta spesso in contatto con la sfera giuridica
Casptita è come averci messo nome cognome e numero di telefono ;))))))))
Post by massimagnus
E ora giriamo la domanda : tu chi sei ?
Clicca sull'URL in calce e vedrai la luce! ;))))
Post by massimagnus
E qual è l'utilita' del tuo
messaggio, oltre quella di dare del confonditore ad Ahriman ?
Quella di convincere qualcuno a non calarsi le braghe appena ti fanno
BUH! ;)
Post by massimagnus
E di non aver
letto il thread di Massimo (che purtroppo *ingiuria* usando i termini
"bastardi" e "stronzi") ?
La rabbia è la peggior consigliera, gli ha dato il fianco per farsi
mettere KO.. io penso a gelide, subdole e sordide vendette prima tra
tutte quella di privare l'azienda della mia modesta persona ;)
Post by massimagnus
E le tue considerazioni su che basi si reggono ?
Sullo sconsiderato ottimismo che cambiare si può! E ne gioveranno
padroni, biz e sottoposti ;)

ciao

max
----------------------------------
http://digilander.libero.it/bolido
n3tgan3sh
2003-10-20 15:01:10 UTC
Permalink
Post by massimagnus
La tristezza poi sono i piccoli conformisti come te...
io conformista ? rotfl.
Non ti sto a spiegare, ma sappi che ho ben poca paura di espormi, pero' non
sono idiota : conoscendo le pieghe/piaghe della giustizia italiana, su
questi argomenti apro gli orecchi e cerco di "ferrarmi" proprio sulle leggi
e sull'applicazione delle stesse, altro che conformista che ha paura di dire
che l'azienda XY e' fatta da turlupinatori.
Ma un messaggio come Massimo col kaiser che mi *sogno* di scriverlo, scusa
tanto.
Era una bomba a mano senza sicura dentro una Santabarbara, scusa.
FastFede
2003-10-20 15:24:25 UTC
Permalink
Post by massimagnus
Veramente l'ho letto, posso abbaiare e scalciare ora?
;))))))))))))))))
La tristezza poi sono i piccoli conformisti come te...
Ma anche chi c'è l'ha con il sistema e se la prende con tutti, sparando
nel mucchio e non riconoscendo l'utile quando lo vede.
--
FastFede on WinMx
(eliminare NOSPAM dall'indirizzo)
massimagnus
2003-10-22 07:24:35 UTC
Permalink
Post by FastFede
Post by massimagnus
Veramente l'ho letto, posso abbaiare e scalciare ora?
;))))))))))))))))
La tristezza poi sono i piccoli conformisti come te...
Ma anche chi c'è l'ha con il sistema e se la prende con tutti, sparando
nel mucchio e non riconoscendo l'utile quando lo vede.
Ogni riferimento a nick esistenti è puramente casuale?

E l'"utile" quale sarebbe, di grazia? Gli 800 Eu a fine mese? ;)

Personalmente non ce l'ho col sistema, solo che ho davanti agli occhi la
carrellata di pusillanimi che ho incontrato nelle aziende, aziende che,
prima o dopo, sono andate in malora grazie a questi. Altro che sparare
nel mucchio! Il mio è sniping puro ;) Il fatto poi che il mucchio dei
pusillanimi e calabrache sia tanto grande non dipende da me.

Ripeto: il mio contributo alla discussione è rivolto in primis agli
imprenditori più che piagnucolare tra noi sottoposti, dopotutto sono
loro che scelgono i soldatini con cui mettere insieme le proprie armate.

Le palle che gli hanno raccontato quelli delle 9001 e della Q totale
hanno creato devastazioni inimmaginabili. Li hanno convinti che un
lavoratore è più o meno come una periferica, il concetto gli è piaciuto
e lo hanno messo in atto.

Nella IT, purtroppo per loro, non vale il famoso detto "tutti sono
utili, nessuno è indispensabile", quando lo capiranno, sarà un mondo
migliore per tutti, lavoratori e aziende.

ciao

max
----------------------------------
http://digilander.libero.it/bolido
FastFede
2003-10-22 14:58:50 UTC
Permalink
Post by massimagnus
Post by FastFede
Post by massimagnus
Veramente l'ho letto, posso abbaiare e scalciare ora?
;))))))))))))))))
La tristezza poi sono i piccoli conformisti come te...
Ma anche chi c'è l'ha con il sistema e se la prende con tutti, sparando
nel mucchio e non riconoscendo l'utile quando lo vede.
Ogni riferimento a nick esistenti è puramente casuale?
E l'"utile" quale sarebbe, di grazia? Gli 800 Eu a fine mese? ;)
Personalmente non ce l'ho col sistema, solo che ho davanti agli occhi la
carrellata di pusillanimi che ho incontrato nelle aziende, aziende che,
prima o dopo, sono andate in malora grazie a questi. Altro che sparare
nel mucchio! Il mio è sniping puro ;) Il fatto poi che il mucchio dei
pusillanimi e calabrache sia tanto grande non dipende da me.
Ripeto: il mio contributo alla discussione è rivolto in primis agli
imprenditori più che piagnucolare tra noi sottoposti, dopotutto sono
loro che scelgono i soldatini con cui mettere insieme le proprie armate.
Le palle che gli hanno raccontato quelli delle 9001 e della Q totale
hanno creato devastazioni inimmaginabili. Li hanno convinti che un
lavoratore è più o meno come una periferica, il concetto gli è piaciuto
e lo hanno messo in atto.
Nella IT, purtroppo per loro, non vale il famoso detto "tutti sono
utili, nessuno è indispensabile", quando lo capiranno, sarà un mondo
migliore per tutti, lavoratori e aziende.
ciao
max
----------------------------------
http://digilander.libero.it/bolido
Sono pienamente d'accordo con te sul "mondo migliore". Il discorso però
si rifaceva all'attacco subito da chi semplicemente e gentilmente
spiegava, senza essere troppo tecnico, come funzionava un problema
legale. Sul tuo attacco non mi sono trovato d'accordo. Per il resto
sfondi porte già aperte.
Ciao
--
FastFede on WinMx
(eliminare NOSPAM dall'indirizzo)
Vincent Vega
2003-10-21 13:16:25 UTC
Permalink
Post by massimagnus
La tristezza poi sono i piccoli conformisti come te...
Ma vai a farti una doccia, "grande anticonformista" dei miei stivali...

fuppo
Luciano (DOC)
2003-10-21 14:22:04 UTC
Permalink
Post by Vincent Vega
Ma vai a farti una doccia, "grande anticonformista" dei miei stivali...
La sue acredine sembra indice di carenza in fatto di sesso piu' che di
igiene.
Saluti.

Luciano
massimagnus
2003-10-22 07:38:24 UTC
Permalink
Post by Luciano (DOC)
Post by Vincent Vega
Ma vai a farti una doccia, "grande anticonformista" dei miei stivali...
La sue acredine sembra indice di carenza in fatto di sesso piu' che di
igiene.
Dovrei replicare?

NO ;)
Post by Luciano (DOC)
Saluti.
Luciano
ciao

max
----------------------------------
http://digilander.libero.it/bolido
Luciano (DOC)
2003-10-22 12:02:00 UTC
Permalink
Post by massimagnus
Dovrei replicare?
NO ;)
Capperi come sei tenerello stamattina, chissa' se hai seguito il consiglio
di vincent o il mio!:-)
Fratello, senza rancore; ma credimi, rilassati un po' prima di postare.
Saluti.

Luciano
massimagnus
2003-10-22 14:23:14 UTC
Permalink
Post by Luciano (DOC)
Post by massimagnus
Dovrei replicare?
NO ;)
Capperi come sei tenerello stamattina, chissa' se hai seguito il consiglio
di vincent o il mio!:-)
Fratello, senza rancore; ma credimi, rilassati un po' prima di postare.
Dovrei replicare?
NO ;)
Saluti.
Luciano
ciao

max
----------------------------------
http://digilander.libero.it/bolido
Ahriman
2003-10-20 13:59:40 UTC
Permalink
Post by massimagnus
Fai un gran polverone da azzeccagarbugli in latinorum. Confonde et imperat?
No, ma ho letto alcuni post che dicevan "ti possono querelare anche se dici
il vero?" e semplicemente volevo dire che sì, è possibile.
Niente in contrario alla tua idea, l'importante è essere consci che i rischi
ci sono.
Post by massimagnus
La premessa è L'INGIURIA.. se io dico che XY è un ladro e quello non ,o
è ha tutti i diritti di querelarmi e vincere pure.
Il nostro caso è diverso, se io dico pubblicamente che la ditta XYZ non
paga gli stipendi da tre mesi perchè naviga in cattive acque oppure che
l'art director è la moglie del titolare quale sarebbe l'ingiuria?
Nessuna diffamazione (non ingiuria) la prima, rischio di querela se
l'affermazione è "insinuante" per la seconda.
Post by massimagnus
Se io dico che i prodtti di ZXY sono una merda perchè pieni di bachi a
questo punto che fanno mi arrestano? E' un'opinione, una recensione,
visto che è fatta in pubblico.
Falso, a meno che tu sia un giornalista e faccia queste affermazioni a
ragion veduta e a mezzo stampa (o sul sito del tuo giornale, ecc.)
Post by massimagnus
Sono dati di fatto/opinioni/recensioni e stop!
Se tu metti un'azienda in una lista nera perché il suo personale ha avuto
discussioni/litigi con alcuni oppure perché sempre secondo alcuni si è
comportata scorrettamente, almeno potenzialmente ti esponi ad una serie di
querele.
Post by massimagnus
Post by Ahriman
Se si parla
male a ragione le possibilità di cavarsela ci sono, ma ci sono anche le
possibilità di essere condannati.
Appunto, vale anche per chi la intraprende la causa per "leso onore" chi
ti porta in causa deve dimostrare in cosa gli hai leso l'onore ;))
Qui ti sbagli. Quando ti querelano, dimostrando che una tua affermazione c'è
stata, sei tu che devi provare di non aver commesso il fatto (e quindi che
l'affermazione è vera, ecc.), non viceversa. D'accordo o meno funziona così.
Post by massimagnus
Post by Ahriman
Non so se abbiate mai partecipato a qualche gara di appalto: pensate sia
molto difficile per una società (non protestata o che non sia in via di
fallimento :-)
ottenere documenti attestanti la professionalità e la
correttezza nei rapporti professionali dalla filiale della banca dove
l'azienda stessa ha il conto (piuttosto che da un fornitore regolarmente
pagato)?
Va bene così dunque? cxomuque l'esempiio me sembra fuor strada
L'esempio era inteso in questo senso: un'azienda viene messa nella "lista
nera" perché ha un comportamento non ritenuto corretto da alcuni
collaboratori. Supponiamo che ci siano stati casi reali di comportamento non
proprio corretto.
Quelli fanno querela e mostrano al giudice una serie di lettere che
dimostrano come la società in questione sia una perla del professionalismo.
Il querelato deve dimostrare il contrario.
Post by massimagnus
Post by Ahriman
Ahriman
Dopo tutta questa disquisizione almeno un nome, un cognome e a che
titolo parli sarebbe stato gradito.
Nome e cognome no, chi vuole penso mi possa reperire. Come dicevo non sono
laureato in giurisprudenza. Sono un consulente informatico che collabora in
procedimenti penali come perito per la polizia giudiziaria e la
magistratura, in tema di pirateria e contraffazione informatica. Da qui la
dovuta cautela, e l'esperienza, ad usare le parole perché una perizia non
sfori in diffamazione o peggio.

Ciao

--
Ahriman
massimagnus
2003-10-20 14:35:53 UTC
Permalink
Post by massimagnus
Post by massimagnus
Fai un gran polverone da azzeccagarbugli in latinorum. Confonde et
imperat?
No, ma ho letto alcuni post che dicevan "ti possono querelare anche se dici
il vero?" e semplicemente volevo dire che sì, è possibile.
E' possibile anche sporgere querela perchè uno ti ha salutato dicendo
"buon giorno", si tratta di vedere poi chi la vince.
Post by massimagnus
Niente in contrario alla tua idea, l'importante è essere consci che i rischi
ci sono.
Questo è certo. ;)
Post by massimagnus
Post by massimagnus
La premessa è L'INGIURIA.. se io dico che XY è un ladro e quello non ,o
è ha tutti i diritti di querelarmi e vincere pure.
Il nostro caso è diverso, se io dico pubblicamente che la ditta XYZ non
paga gli stipendi da tre mesi perchè naviga in cattive acque oppure che
l'art director è la moglie del titolare quale sarebbe l'ingiuria?
Nessuna diffamazione (non ingiuria) la prima, rischio di querela se
l'affermazione è "insinuante" per la seconda.
Facciamo progressi, lasciamo perdere le mogli/amanti direttori di
produzione elimitiamo allora la BLACK-LIST alle aziende CHE NON PAGANO?
Sarebbe comunque un bel progresso e con meno rischi ;)
Post by massimagnus
Post by massimagnus
Se io dico che i prodtti di ZXY sono una merda perchè pieni di bachi a
questo punto che fanno mi arrestano? E' un'opinione, una recensione,
visto che è fatta in pubblico.
Falso, a meno che tu sia un giornalista e faccia queste affermazioni a
ragion veduta e a mezzo stampa (o sul sito del tuo giornale, ecc.)
Su questo non sarei così sicuro, la libertà di esperessione qualcosa
dovrebbe contare ancora no? Altrimenti facciamo chiudere il 90% dei siti
audio/video/soft ;)
Post by massimagnus
Se tu metti un'azienda in una lista nera perché il suo personale ha avuto
discussioni/litigi con alcuni oppure perché sempre secondo alcuni si è
comportata scorrettamente, almeno potenzialmente ti esponi ad una serie di
querele.
Facciamo un esempio di un record di questo ipotetico DB:

Azienda: Valleverde
Dipendenti: 50
Collaboratori: 10
PLUS: orario elastico, ticket restaurant
MINUS: mal servita dai mezzi pubblici
RATING: AAA
POLL: 20 utenti dicono pollice in alto

Azienda: Castrocaz
Dipendenti: 1
Collaboratori: 39
PLUS: una bella receptionist (foto)
MINUS: in liquidazione, non paga da tre mesi, turnover del personale
100% annuo, la moglie del titolare è direttore di produzione, il capo ha
un busto del Duce sulla scrivania (foto)
RATING: Default (in senso finanziario non informatico ;))
POLL: 60 utenti dicono pollice verso

Dove starebbe la querelanda ipotesi di reato? ;)))
Post by massimagnus
Post by massimagnus
Post by Ahriman
Se si parla
male a ragione le possibilità di cavarsela ci sono, ma ci sono anche le
possibilità di essere condannati.
Appunto, vale anche per chi la intraprende la causa per "leso onore" chi
ti porta in causa deve dimostrare in cosa gli hai leso l'onore ;))
Qui ti sbagli. Quando ti querelano, dimostrando che una tua affermazione c'è
stata, sei tu che devi provare di non aver commesso il fatto (e quindi che
l'affermazione è vera, ecc.), non viceversa. D'accordo o meno funziona così.
Ma infatti l'affermazione DEVE ESSERE VERA e circostanziata, non
offensiva e basta sennò cade tutto! Non dico che la BLACK-LIST delle
imprese debba essere una discarica di frustrati arrabbiati, ma uno
strumento serio...
Post by massimagnus
Post by massimagnus
Post by Ahriman
Non so se abbiate mai partecipato a qualche gara di appalto: pensate sia
molto difficile per una società (non protestata o che non sia in via di
fallimento :-)
ottenere documenti attestanti la professionalità e la
correttezza nei rapporti professionali dalla filiale della banca dove
l'azienda stessa ha il conto (piuttosto che da un fornitore regolarmente
pagato)?
Va bene così dunque? cxomuque l'esempiio me sembra fuor strada
L'esempio era inteso in questo senso: un'azienda viene messa nella "lista
nera" perché ha un comportamento non ritenuto corretto da alcuni
collaboratori. Supponiamo che ci siano stati casi reali di comportamento non
proprio corretto.
Quelli fanno querela e mostrano al giudice una serie di lettere che
dimostrano come la società in questione sia una perla del professionalismo.
Il querelato deve dimostrare il contrario.
Post by massimagnus
Post by Ahriman
Ahriman
Dopo tutta questa disquisizione almeno un nome, un cognome e a che
titolo parli sarebbe stato gradito.
Nome e cognome no, chi vuole penso mi possa reperire. Come dicevo non sono
laureato in giurisprudenza. Sono un consulente informatico che collabora in
procedimenti penali come perito per la polizia giudiziaria e la
magistratura, in tema di pirateria e contraffazione informatica.
Cavolo, fai fare un giro ai tuoi datori di lavoro su
it.hobby.home-cinema o su comp.giochi.it per vedere a chi sta a cuore la
legalità ;))))
Post by massimagnus
Da qui la
dovuta cautela, e l'esperienza, ad usare le parole perché una perizia non
sfori in diffamazione o peggio.
Basta guardare qualche post indietro in questo NG e, se fosse così
improvvido anche solo aprire bocca su un'azienda per farsi querelare per
diffamazione, le aziende aprirebbero un ufficio legale ad hoc... ;)
quello che sostengo io è che un'azeinda/privato ci persa bene prima di
avviare azioni legali che sono rogne per tutti e rinunciare a qualche
diritto per la solita "paura" delle conseguenze è quello che ci rende
servi piagnoni.
Post by massimagnus
Ciao
ciao

max
----------------------------------
http://digilander.libero.it/bolido
Ahriman
2003-10-20 15:16:32 UTC
Permalink
Post by massimagnus
Facciamo progressi, lasciamo perdere le mogli/amanti direttori di
produzione elimitiamo allora la BLACK-LIST alle aziende CHE NON PAGANO?
Sarebbe comunque un bel progresso e con meno rischi ;)
.... cut ....
Azienda: Valleverde
Dipendenti: 50
Collaboratori: 10
PLUS: orario elastico, ticket restaurant
MINUS: mal servita dai mezzi pubblici
RATING: AAA
POLL: 20 utenti dicono pollice in alto
Azienda: Castrocaz
Dipendenti: 1
Collaboratori: 39
PLUS: una bella receptionist (foto)
MINUS: in liquidazione, non paga da tre mesi, turnover del personale
100% annuo, la moglie del titolare è direttore di produzione, il capo ha
un busto del Duce sulla scrivania (foto)
RATING: Default (in senso finanziario non informatico ;))
POLL: 60 utenti dicono pollice verso
Dove starebbe la querelanda ipotesi di reato? ;)))
Se togli "la moglie del titolare è direttore di produzione, il capo ha un
busto del Duce sulla scrivania (foto)" secondo me nessuna :-)
Post by massimagnus
Basta guardare qualche post indietro in questo NG e, se fosse così
improvvido anche solo aprire bocca su un'azienda per farsi querelare per
diffamazione, le aziende aprirebbero un ufficio legale ad hoc... ;)
Verissimo. Il discorso è nato dal post di Massimo che ha fatto nomi e ha
usato parole piuttosto pesanti; la tua proposta è sicuramente innocua (e
magari anche utilie) se si limita all'esempio che hai fatto sopra; non è
immune però da rischi se va un po' oltre: la proposta di blacklist che ho
letto nel tuo post non era proprio come la proposta che fai qui sopra, era
un po' più tipo: le aziende paccottare d'Italia sono [elenco].
Se l'elenco è invece come quello presentato qui sopra, allora tutto ok.

Ciao

--
Ahriman
massimagnus
2003-10-22 07:37:39 UTC
Permalink
...
Post by Ahriman
Post by massimagnus
Basta guardare qualche post indietro in questo NG e, se fosse così
improvvido anche solo aprire bocca su un'azienda per farsi querelare per
diffamazione, le aziende aprirebbero un ufficio legale ad hoc... ;)
Verissimo. Il discorso è nato dal post di Massimo che ha fatto nomi e ha
usato parole piuttosto pesanti; la tua proposta è sicuramente innocua (e
magari anche utilie) se si limita all'esempio che hai fatto sopra; non è
immune però da rischi se va un po' oltre: la proposta di blacklist che ho
letto nel tuo post non era proprio come la proposta che fai qui sopra, era
un po' più tipo: le aziende paccottare d'Italia sono [elenco].
Se l'elenco è invece come quello presentato qui sopra, allora tutto ok.
Infatti lì sta la differenza tra quello che propongo io e il "muro degli
insulti"... la mia idea è creare un DB che "certifichi" il grado di
affidabilità dal punto di vista lavorativo.

Il media potrebbe anche essere una newsletter o semplicemente una
mailing list o un doc linkato e che richieda un log (è ancora pubblico
un DB che richieda una PW per accederci?), aggiornabile dagli stessi
utenti (una mailing list, secondo me supererebbe anche il problema
legale dato che non è un media pubblico ma una corrispondenza privata
tra cittadini... tu che bazzichi la metria in questione, non dirmi che
se mando 10 lettere a 10 amici, poi mi viene a cercare la finanza per
obbligarmi a nominare un giornalista come direttore della mia
corrispondenza.. sarebbe alquanto dura da sostenere la diffamazione
anche se dico peste e corna e insulti ;)

ciao

max
----------------------------------
http://digilander.libero.it/bolido
Alberto Favetta
2003-10-22 10:04:59 UTC
Permalink
Post by massimagnus
Fai un gran polverone da azzeccagarbugli in latinorum. Confonde et imperat?
Beh, se non sei un troll lo interpreti molto bene... mai pensato di
intraprendere questa fiorentissima carriera?
Post by massimagnus
La premessa è L'INGIURIA.. se io dico che XY è un ladro e quello non ,o
è ha tutti i diritti di querelarmi e vincere pure.
Vedo che non hai letto, l'ingiuria è quando l'altro è presente.
Altrimenti è diffamazione.
Post by massimagnus
Il nostro caso è diverso, se io dico pubblicamente che la ditta XYZ non
paga gli stipendi da tre mesi perchè naviga in cattive acque oppure che
l'art director è la moglie del titolare quale sarebbe l'ingiuria?
E chi sei tu per rendere pubblico il fatto che naviga in cattive
acque? Hai stilato un bilancio? Hai visto i loro conti (ed in ogni
caso, anche se li acessi visti, non potresti renderli publici) ?.
In ogni caso rendi pubblico qualcosa che, vera o falsa, getta cattiva
luce sull'azienda: diffamazione.
Post by massimagnus
Se io dico che i prodtti di ZXY sono una merda perchè pieni di bachi a
questo punto che fanno mi arrestano?
Si, un anno o 1000 euro di multa.
Post by massimagnus
E' un'opinione, una recensione,
visto che è fatta in pubblico.
Allora mettila in un'altra forma: Secondo il mio parere il prodotto X
della ditta Z ha questi bachi: 1,2 e 3.
Post by massimagnus
Post by Ahriman
Se si parla
male a ragione le possibilità di cavarsela ci sono, ma ci sono anche le
possibilità di essere condannati.
Appunto, vale anche per chi la intraprende la causa per "leso onore" chi
ti porta in causa deve dimostrare in cosa gli hai leso l'onore ;))
Nel famoso caso di Massimo l'onore leso c'era eccome (purtroppo...).
Poi puoi anche averla vinta, però hai perso setimane di lavoro che
nessuno ti rimborserà, notti insonni ed, inoltre, ricordati che gli
atti dei processi sono pubblici, per cui, può essere che in futuro il
fatto che a tuo carico ci sia già stato un processo per diffamazione,
anche se vinto. E questo va tutt'altro che a tuo vantaggio.
Post by massimagnus
Le cause ci stanno apposta per dirimere le questioni e far evolvere il
diritto, ma maggior ragione chi dovesse postare maleparole sulla azienda
farlocca deve farlo avendone le dovute certezze.
1. Le cause ci sono per far ingrassare gli avvocati :)
2. Ma metti che l'azienda riesca, magari perche ha "gli" avvocati
mentre tu ha "il" avvocato, a smontare le tue certezze... guarda che è
lungo un anno in gattabuia :)
Post by massimagnus
correttezza nei rapporti professionali dalla filiale della banca dove
l'azienda stessa ha il conto (piuttosto che da un fornitore regolarmente
pagato)?
Va bene così dunque? cxomuque l'esempiio me sembra fuor strada
Non è fuori strada, è un esempio per farti vedere come, in un
tribunale, ti smonterebbero la tua idea di "navigano in cattive
acque"...
Post by massimagnus
Dopo tutta questa disquisizione almeno un nome, un cognome e a che
titolo parli sarebbe stato gradito.
A che serve?
Posso dirti che mi chiamo Pinco Pallino e sono il sindaco
dell'universo... Non hai modo di controllare. Per cui, almeno qui,
siamo tutti uguali, senza nome ma con delle idee ed è con quelle che
ci distinguiamo.

Ciao,
Dott. Ing. Gr. Lup. Mann. Ads. Sn. Caz. Tu. Alberto
- Sindaco dell'Universo -
massimagnus
2003-10-22 10:47:09 UTC
Permalink
Post by Alberto Favetta
Post by massimagnus
Fai un gran polverone da azzeccagarbugli in latinorum. Confonde et imperat?
Beh, se non sei un troll lo interpreti molto bene... mai pensato di
intraprendere questa fiorentissima carriera?
Li assumi tu i troll? ;) e prima fai la telefonatina per vedere se sono
affidabili? ;))))))))))))))
Post by Alberto Favetta
Post by massimagnus
La premessa è L'INGIURIA.. se io dico che XY è un ladro e quello non ,o
è ha tutti i diritti di querelarmi e vincere pure.
Vedo che non hai letto, l'ingiuria è quando l'altro è presente.
Altrimenti è diffamazione.
Già calibrato in altro post.. non sei attento.
Sintetizzando: "la diffamzione è una INGIURIA in differita" ok così?
Post by Alberto Favetta
Post by massimagnus
Il nostro caso è diverso, se io dico pubblicamente che la ditta XYZ non
paga gli stipendi da tre mesi perchè naviga in cattive acque oppure che
l'art director è la moglie del titolare quale sarebbe l'ingiuria?
E chi sei tu per rendere pubblico il fatto che naviga in cattive
acque? Hai stilato un bilancio? Hai visto i loro conti (ed in ogni
caso, anche se li acessi visti, non potresti renderli publici) ?.
In ogni caso rendi pubblico qualcosa che, vera o falsa, getta cattiva
luce sull'azienda: diffamazione.
Se non ti pagano stipendi da tre mesi secondo te sono in buone acque?
Questo è un dato di fatto non una opinione, riguardo alle contabilità a
ziendali, dio mi scampi non me ne può fregare de meno, sono affari
loro.. è la conseguenza (che subisce il dipendente) che mi interessa non
la causa della malagestione ;)

...
Post by Alberto Favetta
Post by massimagnus
Appunto, vale anche per chi la intraprende la causa per "leso onore" chi
ti porta in causa deve dimostrare in cosa gli hai leso l'onore ;))
Nel famoso caso di Massimo l'onore leso c'era eccome (purtroppo...).
Poi puoi anche averla vinta, però hai perso setimane di lavoro che
nessuno ti rimborserà, notti insonni ed, inoltre, ricordati che gli
atti dei processi sono pubblici, per cui, può essere che in futuro il
fatto che a tuo carico ci sia già stato un processo per diffamazione,
anche se vinto. E questo va tutt'altro che a tuo vantaggio.
Non dirmi che circolano anche BLACK-LIST su chi ha vinto cause un cui è
stato chiamato in causa... il KGB a voi un baffo vi fa ;))
O mandi tu un tuo sottoposto a sniffarsi gli atti dei tribunali alla
ricerca dei sordidi sovversivi piantagrane ;)))))))))))))

Sarà che a me piace il confronto e ho anche una certa fiducia nella
legge... tutto sommato!
Post by Alberto Favetta
Post by massimagnus
Le cause ci stanno apposta per dirimere le questioni e far evolvere il
diritto, ma maggior ragione chi dovesse postare maleparole sulla azienda
farlocca deve farlo avendone le dovute certezze.
1. Le cause ci sono per far ingrassare gli avvocati :)
2. Ma metti che l'azienda riesca, magari perche ha "gli" avvocati
mentre tu ha "il" avvocato, a smontare le tue certezze... guarda che è
lungo un anno in gattabuia :)
Succede spesso che proprio perchè tu sei uno contro una corrazzata venga
tenuto in conto anche questo in un vedretto... spesso il "solo contro
tutti" vince ;)

Io nel piccolo delle mie battaglie legal-condominiali o ricorsi per
multe ho avuto delle belle soddisfazioni... certo dirai che non è la
stessa cosa ma non bisogna vare paura di far valere i propri diritti.
Post by Alberto Favetta
Post by massimagnus
correttezza nei rapporti professionali dalla filiale della banca dove
l'azienda stessa ha il conto (piuttosto che da un fornitore regolarmente
pagato)?
Va bene così dunque? cxomuque l'esempiio me sembra fuor strada
Non è fuori strada, è un esempio per farti vedere come, in un
tribunale, ti smonterebbero la tua idea di "navigano in cattive
acque"...
Ripeto: si faceva l'esempio di una ditta che non paga gli stipendi,
difficile da dimostrare che è florida ma per un vezzo del padrone, gli
stipendi non si pagano perchè i dipendenti sono antipatici o il
contabile ha il raffreddore ;))
Post by Alberto Favetta
Post by massimagnus
Dopo tutta questa disquisizione almeno un nome, un cognome e a che
titolo parli sarebbe stato gradito.
A che serve?
Posso dirti che mi chiamo Pinco Pallino e sono il sindaco
dell'universo...
Servirebbe a dimostrare che un po' di palle le hai, in un universo di
anonimi-scoglionati di cui tu, evidentemente sei stato eletto sindaco
per a furor di popolo ;))
Post by Alberto Favetta
Non hai modo di controllare.
Sei sicuro? Un IP dice tante cose ;) specie quelli fissi come il tuo...
Post by Alberto Favetta
Per cui, almeno qui,
siamo tutti uguali, senza nome ma con delle idee ed è con quelle che
ci distinguiamo.
Non credo proprio, l'autorevolezza delle dichiarazioni è commisurata ai
titoli di chi le emette, che autorevolezza può avere un
***@nunSognoStatuIo.boh? Sennò è solo rumore di chat e ci stanno
appositi spazi e servizi.


ciao

max
----------------------------------
http://digilander.libero.it/bolido
Alberto Favetta
2003-10-24 09:49:37 UTC
Permalink
Post by massimagnus
Post by Alberto Favetta
Beh, se non sei un troll lo interpreti molto bene... mai pensato di
intraprendere questa fiorentissima carriera?
Li assumi tu i troll? ;) e prima fai la telefonatina per vedere se sono
affidabili? ;))))))))))))))
Noooo... I trolls sono liberi professionisti! Lavorano per il bene
pubblico come quelli che scrivono programmi freeware! Servono a
rendere più vivi e popolati i newsgroup, un po' come le cubiste in
discoteca...
Post by massimagnus
Già calibrato in altro post.. non sei attento.
Eh, mica mi posso leggere tutti i trecentomila post del giorno! Ho
anche da lavorare ogni tanto :)
Post by massimagnus
Sintetizzando: "la diffamzione è una INGIURIA in differita" ok così?
Lol
Post by massimagnus
Post by Alberto Favetta
In ogni caso rendi pubblico qualcosa che, vera o falsa, getta cattiva
luce sull'azienda: diffamazione.
Se non ti pagano stipendi da tre mesi secondo te sono in buone acque?
Secondo me no, ma secondo un giudice può essere diverso...
Post by massimagnus
Questo è un dato di fatto non una opinione, riguardo alle contabilità a
ziendali, dio mi scampi non me ne può fregare de meno, sono affari
loro..
Esattamente!
Post by massimagnus
è la conseguenza (che subisce il dipendente) che mi interessa non
la causa della malagestione ;)
E allora perchè lo rendi pubblico?
Se l'azienda viene messa in cattiva luce può essere che non abbia +
contratti per il futuro e quindi: no more grana -> no more stipendi
per i dipendenti.
Hai ottenuto l'effetto contrario...
Quindi non dire che lo rendi pubblico per il bene pubblico, ma dì che
lo fai SOLO perchè sei incazzato, amareggiato, deluso, ti senti preso
in giro e allora vuoi vendicarti sputtanandoli: DIFFAMAZIONE.
Post by massimagnus
Non dirmi che circolano anche BLACK-LIST su chi ha vinto cause un cui è
stato chiamato in causa...
ehm... no, si chiamano Atti, sono depositati presso la cancelleria del
tribunale e sono liberamente consultabili da tutti...
Post by massimagnus
il KGB a voi un baffo vi fa ;))
Lol...
Post by massimagnus
O mandi tu un tuo sottoposto a sniffarsi gli atti dei tribunali alla
ricerca dei sordidi sovversivi piantagrane ;)))))))))))))
No, io do incarico al mio avvocato di denunciarti per diffamazione.
Lui manda un suo scagnozzo a verificare i tuoi precedenti per poter
dire in tibunale: "ecco vede vostro onore: non è la prima volta!!!".
Post by massimagnus
Sarà che a me piace il confronto e ho anche una certa fiducia nella
legge... tutto sommato!
Sbagli. La legge non è uguale per tutti, pende dalla parte di: chi ha
più soldi, più potere o semplicemente più tempo.
Post by massimagnus
Succede spesso che proprio perchè tu sei uno contro una corrazzata venga
tenuto in conto anche questo in un vedretto... spesso il "solo contro
tutti" vince ;)
Ehm... hai visto troppe volte l'Uomo della pioggia o Erin Brokovich.
Mi spiace ma la realtà non è così. Torna sul pianeta terra.
Post by massimagnus
Io nel piccolo delle mie battaglie legal-condominiali o ricorsi per
multe ho avuto delle belle soddisfazioni... certo dirai che non è la
stessa cosa ma non bisogna vare paura di far valere i propri diritti.
Esatto, non è la stessa cosa. Che poi valga la pena far valere i
propri diritti ti do ragione, ma non ci devi contare troppo...
Post by massimagnus
Ripeto: si faceva l'esempio di una ditta che non paga gli stipendi,
difficile da dimostrare che è florida ma per un vezzo del padrone, gli
stipendi non si pagano perchè i dipendenti sono antipatici o il
contabile ha il raffreddore ;))
Potrebbe dimostrarti che, avendo poche risorse a disposizione, ha
preferito pagare prima i fornitori dei dipendenti per salvare la
baracca. Se non paghi i fornitori loro ti fanno causa di fallimento e
i dipendenti restano a casa a tempo indeterminato...
Quindi pur essendo vero quello che dici (Che navigano in cattive
acque) possono aver ritardato i pagamenti degli stipendi per una
difficoltà finanziaria momentanea (loro faoltà...) gestita
correttamente per evitare il tracollo completo. Il giudice ti
condannerebbe COMUNQUE per diffamazione perchè così facendo gli fai un
danno e, non solo, rischi di mettere a repentaglio l'esistenza stessa
dell'impresa già in difficoltà...
Post by massimagnus
Post by Alberto Favetta
A che serve?
Posso dirti che mi chiamo Pinco Pallino e sono il sindaco
dell'universo...
Servirebbe a dimostrare che un po' di palle le hai,
Sapessi quante ne ho a fine giornata... ogni tanto faccio fatica a
farle entrare in macchina...
Post by massimagnus
in un universo di
anonimi-scoglionati di cui tu, evidentemente sei stato eletto sindaco
per a furor di popolo ;))
Mi piace la definizione di "anonimo scoglionato", non sai quanto mi si
addice...
Magari d'ora in poi mi firmo così...
Post by massimagnus
Non hai modo di controllare.
Sei sicuro? Un IP dice tante cose ;) specie quelli fissi come il tuo...
Quelli FESSI, non quelli fissi....
Io non ho nulla da nascondere ed infatti mi firmo con nome e cognome,
ma se volessi postare in maniera anonima non avrei certo problemi....
Post by massimagnus
Post by Alberto Favetta
Per cui, almeno qui,
siamo tutti uguali, senza nome ma con delle idee ed è con quelle che
ci distinguiamo.
Non credo proprio, l'autorevolezza delle dichiarazioni è commisurata ai
titoli di chi le emette,
E chi è che li emette questi titoli?
Post by massimagnus
che autorevolezza può avere un
Sennò è solo rumore di chat e ci stanno
appositi spazi e servizi.
Questo ng, infatti, è uno di quegli spazi.

Ciao,
Alberto

Unil?
2003-10-20 18:17:43 UTC
Permalink
Post by Ahriman
Ciao a tutti.
Ho letto negli scorsi giorni una serie di post che trattano il tema in
oggetto, e volevo, nel mio piccolo, fare un po' di chiarezza per evitare che
qualcuno rischi una querela (come è successo a Massimo, vedete il post più
sotto "A volte ritornano").
[....]

oltre agli effetti penali di una condanna per ingiura o diffamazione,
dimentichi le probabili conseguenze civili nel caso, praticamente
sicuro, in cui il querelante si costituisca parte civile (altrimenti
che l'ha fatta a fare la querela)? In quel caso il querelante chiederà
il risarcimento danni, e, a seconda della dimensionsioni della società
diffamata, potrebbe anche ammontare ipoteticamente a un milione di
euro. Ovviamente chiedere non significa ottenere, ma comunque il
rischio c'è.
Francesco
2003-10-21 13:54:22 UTC
Permalink
Post by Unil?
oltre agli effetti penali di una condanna per ingiura o diffamazione,
dimentichi le probabili conseguenze civili nel caso, praticamente
sicuro, in cui il querelante si costituisca parte civile (altrimenti
che l'ha fatta a fare la querela)? In quel caso il querelante chiederà
il risarcimento danni, e, a seconda della dimensionsioni della società
diffamata, potrebbe anche ammontare ipoteticamente a un milione di
euro. Ovviamente chiedere non significa ottenere, ma comunque il
rischio c'è.
Infatti, come si vede da questo trafiletto su Repubblica...

Due giovani, Andrea Salamone e Cesare Campana, delle province di Ancona e
L'Aquila, sono stati condannati a tre mesi di reclusione e al risarcimento
di 20.000 euro di danni per aver scritto due e-mail minacciose al direttore
del Tg4, Emilio Fede.
I fatti risalgono all'aprile del 2001. Nelle mail, Fede era definito
"fascista, maiale, schifoso".



--------------------------------
Inviato via http://arianna.libero.it/usenet/
massimagnus
2003-10-22 07:49:48 UTC
Permalink
Post by Francesco
Post by Unil?
oltre agli effetti penali di una condanna per ingiura o diffamazione,
dimentichi le probabili conseguenze civili nel caso, praticamente
sicuro, in cui il querelante si costituisca parte civile (altrimenti
che l'ha fatta a fare la querela)? In quel caso il querelante chiederà
il risarcimento danni, e, a seconda della dimensionsioni della società
diffamata, potrebbe anche ammontare ipoteticamente a un milione di
euro. Ovviamente chiedere non significa ottenere, ma comunque il
rischio c'è.
Infatti, come si vede da questo trafiletto su Repubblica...
Due giovani, Andrea Salamone e Cesare Campana, delle province di Ancona e
L'Aquila, sono stati condannati a tre mesi di reclusione e al risarcimento
di 20.000 euro di danni per aver scritto due e-mail minacciose al direttore
del Tg4, Emilio Fede.
I fatti risalgono all'aprile del 2001. Nelle mail, Fede era definito
"fascista, maiale, schifoso".
Uno dei casi in cui, secondo me la giustizia ha fatto bene.

Erano dei piccoli frustrati (senza dubbio nascosti dietro nick farlokki)
che hanno insultato e basta un cittadino (emilio fede) che, piaccia o
no, ha le sue idee e le promuove come crede (idee di mmerd@ ovviamente
che non certo le mie, sia chiaro, ma non capisco perchè sia uno da
colpire, non guardino il suo TG e stop).

Gente che usa il termine "fascista" e insulta dall'ombra a sproposito
per etichettare uno che, alpiù, sarà un adepto convinto (e interessato)
di una causa sballata, se ne meritava anche 40.000 di EU di danni.

Dio come mi stanno sulle palle gli "ansimatori" telematici! ;) Altro che
querela.

ciao

max
----------------------------------
http://digilander.libero.it/bolido
Ahriman
2003-10-22 07:56:57 UTC
Permalink
Post by Unil?
oltre agli effetti penali di una condanna per ingiura o diffamazione,
dimentichi le probabili conseguenze civili nel caso, praticamente
sicuro, in cui il querelante si costituisca parte civile (altrimenti
che l'ha fatta a fare la querela)? ......
Verissimo. In realtà ho parlato solo dell'aspetto penale perché Massimo nel
suo post accennava a quello.
A seguito di querela in un caso del genere, di solito si viene invitati a
comparire davanti ad un addetto in tribunale (non credo sia sempre un
giudice, ma non ne sono sicuro) insieme alla controparte per un tentativo di
conciliazione. Lì si potrebbe cercare di evitare sia il procedimento penale
(facendo ritirare la querela alla controparte) sia quello civile (chiedendo
alla controparte un impegno in quel senso) tramite una trattativa, per
esempio proponendo un risarcimento economico e delle scuse pubbliche.
Dipende molto dal consiglio del proprio avvocato (se lo si ha) e dalla
controparte.

Ciao e grazie per la precisazione

--
Ahriman
eoirutoieutoiretuoir
2003-10-22 06:59:44 UTC
Permalink
Post by Ahriman
Ciao a tutti.
Ho letto negli scorsi giorni una serie di post che trattano il tema in
oggetto, e volevo, nel mio piccolo, fare un po' di chiarezza per evitare che
qualcuno rischi una querela (come è successo a Massimo, vedete il post più
sotto "A volte ritornano").
Ti riferisci anche a qualcun altro?

Comunque grazie.


ora domanda: come ci si defende?

Scommetto che l'unico modo è non cascarci.
Esistono avvocati specializzati in materia?
--
questo articolo e` stato inviato via web dal servizio gratuito
http://www.newsland.it/news segnala gli abusi ad ***@newsland.it
Ahriman
2003-10-22 07:52:21 UTC
Permalink
Post by eoirutoieutoiretuoir
Ti riferisci anche a qualcun altro?
No, il mio post derivava solo dalla lettura dei due thread citati, quello di
Massimo e quello della black list
Post by eoirutoieutoiretuoir
ora domanda: come ci si defende?
Scommetto che l'unico modo è non cascarci.
Direri proprio di si. Nel caso dei newsgroup, se stai per dire qualcosa di
cui potresti pentirti.... be, fai in modo di non essere identificato :-)
Post by eoirutoieutoiretuoir
Esistono avvocati specializzati in materia?
Credo proprio di si. Un penalista specializzato esiste di sicuro.

Ciao

--
Ahriman
massimagnus
2003-10-22 07:58:48 UTC
Permalink
Post by Ahriman
Direri proprio di si. Nel caso dei newsgroup, se stai per dire qualcosa di
cui potresti pentirti.... be, fai in modo di non essere identificato :-)
Ah certo, come quelli che stegonano e criptano i file... un ottimo
metodo inventato dal "grande fratello" per scremare i mille milioni di
post che girano al mondo e monitorare solo quelli criptati ;) Grande
trovata... siamo di fronte a professionisti, signori.

L'illusione dell'anonimato e del sotterfugio è sempre perdente ;))

Quale miglior modo per spiazzare i mille lurkoni che non fare le cose
alla luce del sole? Hai qualcosa da dire? Dillo e basta se no statti
zitto! ;)

ciao

max
----------------------------------
http://digilander.libero.it/bolido
Alberto Favetta
2003-10-22 09:42:00 UTC
Permalink
Post by Ahriman
Premetto una cosa: non sono laureato in giurisprudenza, ma il mio lavoro mi
porta spesso in contatto con la sfera giuridica; quello che segue è una
somma di notizie derivate da documenti che ho letto ed esperienze
personali/professionali.
Sei un grande, ce ne dovrebbero essere di più di persone precise come
te in questo NG. Ottimo lavoro!

Inoltre hai espresso in pieno la mia opinione su questo tema, cioè:
Può essere che a parlar male di qualcuno te la cavi, ma di certo sono
rogne che è meglio evitare!

Ciao,
Alberto
jhona
2003-10-23 17:53:16 UTC
Permalink
Newsgroups: it.lavoro.informatica
References: <7d35a.279050$***@news2.tin.it>
Subject: Re: Quando il datore e' un pirata...
Lines: 69
X-Priority: 3
X-MSMail-Priority: Normal
X-Newsreader: Microsoft Outlook Express 5.50.4807.1700
X-MimeOLE: Produced By Microsoft MimeOLE V5.50.4807.1700
Message-ID: <LkK8a.173051$***@twister1.libero.it>
Date: Mon, 03 Mar 2003 15:15:55 GMT
NNTP-Posting-Host: 151.38.135.249
X-Complaints-To: ***@net24.it
X-Trace: twister1.libero.it 1046704555 151.38.135.249 (Mon, 03 Mar 2003
16:15:55 MET)
NNTP-Posting-Date: Mon, 03 Mar 2003 16:15:55 MET
Organization: [Infostrada]

Ho postato talvolta, anche se raramente su questo ng, ma preferisco per
questo particolare post cambiare nick.
Io sono uno dei (pochi) consulenti italiani di BSA;
Continua a leggere su narkive:
Loading...