Discussione:
Consiglio investimento
(troppo vecchio per rispondere)
Krauss
2003-12-30 19:21:10 UTC
Permalink
Mi è stato proposto di entrare in società con un rivenditore di PC
principalmente per aziende e pubblica amministrazione.

Lui ha due attivita: con la prima gestisce un database e un servizio di
Sburocratizzazione per le farmacie; con la seconda vende pc a farmacie, asl,
scuole e pubblica amministrazione in generale.
Dice che il negozio ha un'ottima posizione commerciale ma che non può
sfruttarlo per la vendita al pubblico perchè non ha tempo. (difatti è sempre
chiuso)
Gli serve un socio per tenere aperto questo negozio e far decollare la
vendita al pubblico.
Potrebbe assumermi come dipendente ma non mi darebbe 1 cent più del minimo
sindacalmente raggiungibile.
Attualmente sono impiegato in tutt'altra attività (che non amo) con
stipendio dai 1000 ai 1200 euro.
L'ingresso in società mi costerebbe circa 50'000 euro. (che non ho)

Consigli?, vostre esperienze?, non sò che fare!
Alessandro Riolo
2003-12-30 19:27:02 UTC
Permalink
Post by Krauss
L'ingresso in società mi costerebbe circa 50'000 euro. (che non ho)
Che tipo di società è? Chi l'ha valutata? Una volta socio, con che
contratto verresti assunto?
--
ale
http://www.sen.it
Krauss
2003-12-30 19:39:40 UTC
Permalink
Post by Alessandro Riolo
Post by Krauss
L'ingresso in società mi costerebbe circa 50'000 euro. (che non ho)
Che tipo di società è? Chi l'ha valutata? Una volta socio, con che
contratto verresti assunto?
- Un negozio di informatica, sempre chiuso perchè non ha personale
qualificato da inserirci, ma che vende comunque secondo il primo post.

- Un commercialista

- Come socio al 50% degli utili, non sò che sigifica la tua domanda,
spiegami perfavore.
Alessandro Riolo
2003-12-30 19:51:00 UTC
Permalink
Post by Krauss
Post by Alessandro Riolo
Che tipo di società è?
- Un negozio di informatica, sempre chiuso perchè non ha personale
qualificato da inserirci, ma che vende comunque secondo il primo post.
Quello che chiedevo era la forma della società: impresa individuale,
s.r.l., s.n.c., s.a.s., ..
Post by Krauss
Post by Alessandro Riolo
Chi l'ha valutata?
- Un commercialista
Il tuo, quello del venditore o quello incaricato dal tribunale?
Post by Krauss
Post by Alessandro Riolo
Una volta socio, con che
contratto verresti assunto?
- Come socio al 50% degli utili, non sò che sigifica la tua domanda,
spiegami perfavore.
I soci di una s.r.l. che prestano la loro opera all'interno della
società in maniera abituale e prevalente _devono_ essere iscritti alla
gestione commercianti dell'INPS (quindi versare più di 2000 EUR l'anno).
Tanto vale essere assunti come dipendenti, no? Anche perché, permettimi
un ragionamento: il tuo socio al 50% in negozio non c'è mai, tu fai da
manodopera, e poi a fine anno ti pigli il 50% degli utili, a me sembra
ci sia qualcosa che non torni, no?
Idealmente, invece, dovrebbe funzionare così: società a responsabilità
limitata (credo che per la trasformazione o il conferimento al giorno
d'oggi non ci sia più bisogno del perito del tribunale, ma fai meglio a
chiedere al tuo commercialista), 2 soci al 50%, uno dei due fa'
l'amministratore unico (e visto che ci lavori tu toccherebbe a te),
iscritto all'INPS, INAIL e tutto il resto, i € 50.000 (o la cifra che
concordate) vengono usati per pagargli il compenso, ed a fine anno,
tolto il compenso dell'amministratore e degli altri eventuali dipendenti
e/o collaboratori, si dividono gli (eventuali) utili.
--
ale
http://www.sen.it
Krauss
2003-12-30 20:01:38 UTC
Permalink
Post by Alessandro Riolo
Post by Alessandro Riolo
Che tipo di società è?
Srl
Post by Alessandro Riolo
Post by Alessandro Riolo
Chi l'ha valutata?
Il commercialista del venditore
Post by Alessandro Riolo
I soci di una s.r.l. che prestano la loro opera all'interno della
società in maniera abituale e prevalente _devono_ essere iscritti alla
gestione commercianti dell'INPS (quindi versare più di 2000 EUR l'anno).
Tanto vale essere assunti come dipendenti, no? Anche perché, permettimi
un ragionamento: il tuo socio al 50% in negozio non c'è mai, tu fai da
manodopera, e poi a fine anno ti pigli il 50% degli utili, a me sembra
ci sia qualcosa che non torni, no?
Idealmente, invece, dovrebbe funzionare così: società a responsabilità
limitata (credo che per la trasformazione o il conferimento al giorno
d'oggi non ci sia più bisogno del perito del tribunale, ma fai meglio a
chiedere al tuo commercialista), 2 soci al 50%, uno dei due fa'
l'amministratore unico (e visto che ci lavori tu toccherebbe a te),
iscritto all'INPS, INAIL e tutto il resto, i € 50.000 (o la cifra che
concordate) vengono usati per pagargli il compenso, ed a fine anno,
tolto il compenso dell'amministratore e degli altri eventuali dipendenti
e/o collaboratori, si dividono gli (eventuali) utili.
Quindi alla fine il primo anno io dovrei solo tirare fuori i soldi delle
iscrizioni inps inail e altre cavolate? I 50'000 che dovrei pagare al
proprietario (ma che non pago) sarebbero il mio stipendio da amministratore
e manodopera + gli utili?
Alessandro Riolo
2003-12-30 20:27:34 UTC
Permalink
Post by Krauss
Srl
Bene.
Post by Krauss
Il commercialista del venditore
Permettimi di consigliarti di avvalerti di un tuo consulente, visto che,
da quanto scrivi lungo il thread, mi sembra (ma potrei sbagliarmi), che
tu sia poco pratico di questioni aziendali (spero sinceramente che la
nota non ti offenda). Qual'è attualmente il capitale sociale della
s.r.l.? Quanti soci ci sono? La tua entrata in società avverrebbe con un
aumento di capitale o attraverso una compravendita di quote?
Post by Krauss
Quindi alla fine il primo anno io dovrei solo tirare fuori i soldi delle
iscrizioni inps inail e altre cavolate? I 50'000 che dovrei pagare al
proprietario (ma che non pago) sarebbero il mio stipendio da
amministratore
Post by Krauss
e manodopera + gli utili?
Non proprio. Una certa parte del capitale deve essere versato comunque,
e bisogna vedere se il tuo ingresso viene realizzato attraverso
compravendita di quote o aumento di capitale (in ogni caso avrai bisogno
di un buon notaio, e già che ci siete mettete mani allo statuto per
recepire le nuove norme, se ce n'è bisogno). Se l'ingresso viene
attraverso aumento di capitale, a naso mi fiderei maggiormente
(significa che i precedenti soci ci credono ancora), se invece avviene
per compravendita incrementerei le cautele. In ogni caso, prima di
tutto, bisogna capire come verresti inquadrato all'interno della
società:

- soltanto socio? Non puoi lavorare, a meno che tu non abbia un'altra
attività abituale e prevalente, altrimenti paghi l'ISV commercianti in
ogni caso;
- amministratore unico? Sei incaricato dall'assemblea dei soci, il
rapporto è del tipo co.co.co., cioé non ci deve essere subordinazione
gerarchica (sei il capo, in pratica), sei iscritto all'ISV commercianti,
paghi INPS, IRPEF, INAIL et addizionali varie (e la s.r.l. paga a sua
volta la sua parte di questi);
- collaboratore? Come per l'amministratore, con l'unico vantaggio che
hai meno responsabilità (ma ovviamente nulle o quasi capacità
decisionali);
- dipendente? Dipendente, ma qualcuno l'amministratore lo deve fare.

Da come la racconti tu (dovresti gestire il negozio, in pratica
l'attività della s.r.l.), dovresti fare anche l'amministratore unico.

Una volta capito l'inquadramento, dovresti capire se ci sono i mezzi
all'interno della società per riuscire a pagare te e le eventuali altre
risorse umane necessarie (conta anche il dottore o ragioniere
commercialista ed il consulente del lavoro, etc ..).

Se i 50000 € venissero usati per un aumento di capitale (e non devi
versarli tutti, se il capitale sociale fosse di 100000 €, dovresti
versarne 12500 €, se ho capito bene le ultime disposizione, ma come
sopra, rivolgiti ad un consulente), le risorse probabilmente ci
sarebbero, e potresti versare periodicamente parte dei tuo compensi per
andare a coprire la somma rimanente.
--
ale
http://www.sen.it
Krauss
2003-12-30 22:40:17 UTC
Permalink
Post by Alessandro Riolo
Post by Krauss
Srl
Bene.
Post by Krauss
Il commercialista del venditore
Permettimi di consigliarti di avvalerti di un tuo consulente, visto che,
da quanto scrivi lungo il thread, mi sembra (ma potrei sbagliarmi), che
tu sia poco pratico di questioni aziendali (spero sinceramente che la
nota non ti offenda).
Sono assolutamente a 0, ed avendo sempre voluto lavorare nel mondo
dell'informatica ora che mi trovo questa possibilità non sò come prenderla,
non vorrei che il tizio in oggetto pensasse di aver trovato la gallina dalle
uova d'oro che per uno stupido hobby abbandona un lavoro sicuro (+ o -) per
regalargli 50'000 euro.
Post by Alessandro Riolo
Qual'è attualmente il capitale sociale della
s.r.l.? Quanti soci ci sono? La tua entrata in società avverrebbe con un
aumento di capitale o attraverso una compravendita di quote?
- Non ho idea; una visura camerale cosa mi porta a sapere?

- Mi sono reso conto di essermi spiegato male. Non ha due società ma una
divisa su due sedi. Lui parlava di creare una nuova società solo mia e sua
(50%) che gestisce il negozio: io internamente con privati e lui
esternamente con aziende. L'attuale esistente la terrebbe lui con una
cognata (della quale non ho idea dell'inquadramento legale) per gestire
l'attività indicata a inizio thread che gli richiede pochi pomeriggi a
settimana (visto cognata e 6 dipendenti), ma della quale io non farei
comunque parte.

- Con stipulazione di una nuova società. Parte per aquisire il 50% di
questa nuova società e parte per rinnovare l'arredamento del negozio.
Post by Alessandro Riolo
In ogni caso, prima di
tutto, bisogna capire come verresti inquadrato all'interno della
Di questo non ho idea dovrei chiederglielo. Hai altre domande che potrei
porre direttamente a lui?
Post by Alessandro Riolo
Una volta capito l'inquadramento, dovresti capire se ci sono i mezzi
all'interno della società per riuscire a pagare te e le eventuali altre
risorse umane necessarie (conta anche il dottore o ragioniere
commercialista ed il consulente del lavoro, etc ..).
Saremo solo noi due, nessun dipendente. Lui gestirebbe il lavoro fuori
(installazioni, problemi in sede del cliente) ed io il negozio: riparazioni
e vendita in sede.
Come posso fare a capire se ce n'è per tutti e due? Considera che
attualmente il fatturato è la somma di due attività, una delle quali (la più
redditizia) verrà a mancare.
Post by Alessandro Riolo
Se i 50000 € venissero usati per un aumento di capitale (e non devi
versarli tutti, se il capitale sociale fosse di 100000 €, dovresti
versarne 12500 €, se ho capito bene le ultime disposizione, ma come
sopra, rivolgiti ad un consulente), le risorse probabilmente ci
sarebbero, e potresti versare periodicamente parte dei tuo compensi per
andare a coprire la somma rimanente.
Questa è una cosa interessante, ma quando l'ho proposto non ne è stato
entusiasta.

Per richiedere delle consulenze, a chi dovrei rivolgermi? Esiste qualche
ente che mi dia delle risposte senza spennarmi prima di cominciare?
lino
2003-12-30 22:46:40 UTC
Permalink
Post by Krauss
- Mi sono reso conto di essermi spiegato male. Non ha due società ma una
divisa su due sedi. Lui parlava di creare una nuova società solo mia e sua
(50%) che gestisce il negozio: io internamente con privati e lui
esternamente con aziende. L'attuale esistente la terrebbe lui con una
cognata (della quale non ho idea dell'inquadramento legale) per gestire
l'attività indicata a inizio thread che gli richiede pochi pomeriggi a
settimana (visto cognata e 6 dipendenti), ma della quale io non farei
comunque parte.
Brevemente e spassionatamente: fatti i cazzi tuoi.
--
"Frequenti la fogna di usenet e questo dice tutto."
Quel forzista di fransua', su IPP, credendo di offendere.
lino
2003-12-30 22:48:50 UTC
Permalink
Post by lino
Brevemente e spassionatamente: fatti i cazzi tuoi.
Nel senso di "puzza di fregatura".
Meglio che preciso, qua si capisce sempre fischi per minki, come dice
prospero.
--
"Frequenti la fogna di usenet e questo dice tutto."
Quel forzista di fransua', su IPP, credendo di offendere.
Krauss
2003-12-30 22:52:00 UTC
Permalink
Post by lino
Brevemente e spassionatamente: fatti i cazzi tuoi.
Che tradotto significa?

Mi stai consigliando di lasciar perdere?

Mi puoi illustrare brevemente le tue motivazioni?
Alessandro Riolo
2003-12-31 02:03:16 UTC
Permalink
Post by Krauss
Sono assolutamente a 0, ed avendo sempre voluto lavorare
nel mondo dell'informatica
Sei a zero per quanto riguarda soltanto il lato
contabile/amministrativo/finanziario/civile, o anche per quanto riguarda
il tipo di lavoro che andrai a fare? Sai cos'è una certificazione
COMPTIA A+? Saresti in grado di prenderla? Sai quali sono i principali
distributori di hardware, nella tua zona? E qualcuno di quelli a livello
nazionale che trattano anche con i piccoli?
Post by Krauss
- Non ho idea; una visura camerale cosa mi porta a sapere?
Sicuramente il capitale sociale, e quanta parte di questo sia stata
effettivamente versata. Il problema è anche che, come si è accorto
qualcun altro nel thread, a volte fai domande fuori posto o che non
c'entrano molto (ad esempio se la proposta che ti è stata fatta è quella
di creare una nuova società, come dici dopo, il capitale sociale
dell'altra società di cui il tuo possibile socio è già socio non
dovrebbe interessarti più di tanto), e questo da' l'impressione che tu
non ti possa esattamente rendere conto di quello a cui potresti andare
incontro. Probabilmente un periodo di studio su argomenti contabili,
amministrativi, finanziari, civili (e magari anche informatici), ti
potrebbe giovare ben più di impegnarti economicamente per 50000 € ..
quanti anni hai? Da quanti anni lavori? In che settore?
Post by Krauss
Lui parlava di creare una nuova società solo mia e sua
(50%) che gestisce il negozio: io internamente con privati e lui
esternamente con aziende.
Quindi si tratterebbe di costituire una nuova società a responsabilità
limitata, con i decimi divisi al 50% tra due persone fisiche.
Post by Krauss
L'attuale esistente la terrebbe lui con .. ma della quale io non farei
comunque parte.
E quindi non ti interessa
Post by Krauss
- Con stipulazione di una nuova società. Parte per aquisire il 50% di
questa nuova società e parte per rinnovare l'arredamento del negozio.
Stop. Se metti 50.000 € per il 50% delle quote, il resto dei soci devono
mettere 50.000 € per il loro 50% delle quote (quindi in totale il
capitale sociale sarà di 100000 €). In realtà, come ti dicevo prima, la
legge vi impone di versare comunque circa il 25% (se non erro, non sono
un dottore né un ragioniere commercialista né un notaio), quindi 12.500€
a testa. I restanti 37.500€ rimarrebbero comunque un credito che la
s.r.l. (una persona giuridica, e come tale la devi considerare, una
persona come me o te) ha nei tuoi (e nei suoi confronti). La legge
prevede che si possano conferire beni materiali o immateriali anziché
denaro, ma, almeno prima dell'ultima riforma di cui non sono molto bene
al corrente, la faccenda della valutazione dei conferimenti era
piuttosto complessa.
Post by Krauss
Di questo non ho idea dovrei chiederglielo. Hai altre domande che potrei
porre direttamente a lui?
Io ne ho una da porre a te: visto che vuoi vendere PC, perché non ti
apri una partita IVA, ti iscrivi alla CCIAA per le necessarie categorie,
e lo fai per i fatti tuoi, nel tempo libero, come ditta individuale?
Dato che sei già dipendente, ed hai altre entrate, potresti passarti
questo capriccio per 1 o 2 anni, vedere come va, crescere
professionalmente e poi magari decidere di fare il grande passo ..
Post by Krauss
Come posso fare a capire se ce n'è per tutti e due? Considera che
attualmente il fatturato è la somma di due attività, una delle quali (la più
redditizia) verrà a mancare.
Quella è un'altra società, che non devi nemmeno considerare. Ti è stata
proposta una nuova società, ergo di quella vecchia che ti interessa?
Post by Krauss
Per richiedere delle consulenze, a chi dovrei rivolgermi? Esiste qualche
ente che mi dia delle risposte senza spennarmi prima di cominciare?
Questo è un po' il problema degli Italiani, consideriamo lo stato come
un genitore che ci deve sostenere .. BTW esistono sicuramente le strade
alternative, conosco molte persone che hanno intrapreso delle attività
utilizzando la formula del prestito d'onore o con i finanziamenti per
l'imprenditoria giovanile o femminile o la 488 o la 146/82 o quello che
vuoi tu, ma in realtà la questione è un'altra: hai o meno la stoffa
dell'imprenditore? E per scoprirlo lo devi fare :-)
--
ale
http://www.sen.it
Hanger Freisen
2003-12-31 03:03:22 UTC
Permalink
conferire beni materiali o immateriali anzich‚
denaro
che debbono essere certificati

Comunque vedasi la nuova riforma societaria
Hanger Freisen
2003-12-31 03:03:24 UTC
Permalink
Post by Alessandro Riolo
legge vi impone di versare comunque circa il 25%
i 3/10 del totale del capitale sociale deliberato
Alessandro Riolo
2003-12-31 03:19:18 UTC
Permalink
Post by Hanger Freisen
i 3/10 del totale del capitale sociale deliberato
A quanto pare con la riforma sarebbero dovuti passare al 25% (ma non ho
ancora letto il testo finale).
--
ale
http://www.sen.it
Krauss
2003-12-31 13:34:29 UTC
Permalink
Post by Alessandro Riolo
Sei a zero per quanto riguarda soltanto il lato
contabile/amministrativo/finanziario/civile, o anche per quanto riguarda
il tipo di lavoro che andrai a fare? Sai cos'è una certificazione
COMPTIA A+? Saresti in grado di prenderla? Sai quali sono i principali
distributori di hardware, nella tua zona? E qualcuno di quelli a livello
nazionale che trattano anche con i piccoli?
- Il tipo di lavoro lo conosco. Dovrò all'imite approfondirlo se necessario.
- Non la conosco, pertanto non sò se sarei in grado di prenderla. Mi
occuperei comunque di vendita e hw sw a livello client/homepc. Il resto lo
farebbe lui. Non credo occorrano certificazioni per questo.
- Si, ce ne sono un paio. Io personalmente non li ho mai contattati (e come
facevo?)
- No, ma con internet e qualche telefonata non penso sia un problema. Lui li
conoscerà.
Post by Alessandro Riolo
Io ne ho una da porre a te: visto che vuoi vendere PC, perché non ti
apri una partita IVA, ti iscrivi alla CCIAA per le necessarie categorie,
e lo fai per i fatti tuoi, nel tempo libero, come ditta individuale?
Dato che sei già dipendente, ed hai altre entrate, potresti passarti
questo capriccio per 1 o 2 anni, vedere come va, crescere
professionalmente e poi magari decidere di fare il grande passo ..
Perchè non ho il tempo di mantenere il mio attuale lavoro ed in più fare una
attività individuale. Con i miei attuali "clienti" non tirerei fuori nemmeno
quelli delle tasse. Poi se ora mi accontento di 10, dopo per gestire la
burocrazia, dovrei chiedere 30 e la gente (amici in primis) si stufa con
molta semplicità. Devi ammettere che di gente che ti installa un pc, una
scheda qualunque, un software o ti risolve un banale problema se ne trova a
bizzeffe quindi aumentando (per forza) i prezzi rischierei di trovarmi a
rimetterci del mio per pagare le varie burocrazie.
Post by Alessandro Riolo
Quella è un'altra società, che non devi nemmeno considerare. Ti è stata
proposta una nuova società, ergo di quella vecchia che ti interessa?
Come ho letto in altro 3D potrebbe avere bisogno di soldi per coprire chissà
cosa e lo scopro solo sapendo il più possibile sulla società che gestisce
ora.
Come ti dicevo prima la "vecchia" società gestisce attualmente anche il
negozio e la vendita di hw in generale alle aziende. Sapendo che la maggior
parte del fatturato proviene dall'altra attività (svolta dalla stessa
società) potrei fare due conti e vedere quanto ORA venderei. Ovviamente
rifacendo l'arredamento si spera di aumentare il fatturato con le vendite ai
privati.
Post by Alessandro Riolo
Questo è un po' il problema degli Italiani, consideriamo lo stato come
un genitore che ci deve sostenere .. BTW esistono sicuramente le strade
alternative, conosco molte persone che hanno intrapreso delle attività
utilizzando la formula del prestito d'onore o con i finanziamenti per
l'imprenditoria giovanile o femminile o la 488 o la 146/82 o quello che
vuoi tu, ma in realtà la questione è un'altra: hai o meno la stoffa
dell'imprenditore? E per scoprirlo lo devi fare :-)
Sono assolutamento certo di averla. Ma mi mancano le basi e le conoscenze.
Ho 27 anni e sono almeno 6 che cerco un'occasione simile. Se non mi sbrigo
rischio di arrivare al punto del non ritorno ove non è più possibile
rischiare: ovvero dipendente a vita.

Intanto ti ringrazio tantissimo di tutte le risposte e spero me ne darai
ancora.
Buon Anno.
Mario Giammarco
2004-01-08 16:34:20 UTC
Permalink
Post by Krauss
- Mi sono reso conto di essermi spiegato male. Non ha due società ma una
divisa su due sedi. Lui parlava di creare una nuova società solo mia e sua
(50%) che gestisce il negozio: io internamente con privati e lui
esternamente con aziende.
Ah ora ho capito!
Scusa se mi intrometto ma puzza di fregatura.
Cioe' tradotto se va bene ci guadagna lui, se va male ci rimetti tu i
50000 euro.

Me lo proposero anche a me e rifiutai: se uno mi vuole nella sua societa'
mi prende nella sua societa', non in una "sottosocieta'" di ripiego.

Scoprii in seguito che almeno in 10 rifiutammo...
Hanger Freisen
2003-12-31 03:03:23 UTC
Permalink
Post by Alessandro Riolo
- amministratore unico? Sei incaricato dall'assemblea dei soci, il
rapporto Š del tipo co.co.co.,
non si puo' piu'
Alessandro Riolo
2003-12-31 03:23:07 UTC
Permalink
Post by Hanger Freisen
non si puo' piu'
Attenzione: l'Amministratore Unico non può essere Dipendente, perché non
ci deve essere subordinazione gerarchico ed essendo il vertice esecutivo
sarebbe ovviamente un controsenso, quindi, a meno che non sia un
Professionista, deve forzosamente essere un inquadrato come un
Collaboratore che presti la sua opera in maniera coordinata e
continuativa (il progetto è appunto l'amministrazione dell'impresa).
Sinceramente non vedo altre strade.
--
ale
http://www.sen.it
Hanger Freisen
2003-12-31 15:34:02 UTC
Permalink
Post by Alessandro Riolo
Post by Hanger Freisen
non si puo' piu'
Attenzione: l'Amministratore Unico non può essere Dipendente,
Pero' i compensi vengono inquadrati con relative contribuzioni alla
stregua di un dipendente
Post by Alessandro Riolo
perché non
ci deve essere subordinazione gerarchico ed essendo il vertice
esecutivo
Post by Alessandro Riolo
sarebbe ovviamente un controsenso,
Certo, ma in ogni caso i compensi vengono tassati, diciamo cosi', alla
stessa maniera come fosse un dipendente
Post by Alessandro Riolo
quindi, a meno che non sia un
Professionista, deve forzosamente essere un inquadrato come un
Collaboratore che presti la sua opera in maniera coordinata e
continuativa (il progetto è appunto l'amministrazione dell'impresa).
Sinceramente non vedo altre strade.
Compenso mensile o annuale, come suddetto, soggetti a contribuzione

In ogni caso il cococo non esiste piu'.
Alessandro Riolo
2003-12-31 15:41:10 UTC
Permalink
Post by Hanger Freisen
In ogni caso il cococo non esiste piu'.
Intendevo riferirmi al suo diretto erede, il contratto a progetto.
--
ale
http://www.sen.it
Hanger Freisen
2003-12-31 19:04:02 UTC
Permalink
Post by Alessandro Riolo
Post by Hanger Freisen
In ogni caso il cococo non esiste piu'.
Intendevo riferirmi al suo diretto erede, il contratto a progetto.
Si si ... l'avevo capito. Penso che sia l'unica via di uscita se si vuol
dare un fisso mensile.

Anche perche' finche un amministratore non ha quote della societa' ma e'
stato incaricato per tale incarico quale professionista sta bene che
quest'ultimo provveda con parcella ma se invece tal ha delle quote so che
la finanza e tutta la schiera, per loro connotazione di dna a vedere a
anche cio' che non esiste, non vede bene l'emissione di parcelle per tal
incarico.

Certo che siamo veramente conciati male qui in Italy!
Krauss
2003-12-30 19:29:49 UTC
Permalink
Post by Krauss
L'ingresso in società mi costerebbe circa 50'000 euro. (che non ho)
Dimenticavo: questo solo per il negozio, l'altra attività se la tiene bella
stretta.
FabMind
2003-12-30 19:33:21 UTC
Permalink
Post by Krauss
Dimenticavo: questo solo per il negozio, l'altra attività se la tiene bella
stretta.
fammi capire: ci stai chiedendo un consiglio sul tuo ingresso in società per
la gestione di un negozio che vende PC?

--
FabMind
Krauss
2003-12-30 19:40:46 UTC
Permalink
Post by FabMind
fammi capire: ci stai chiedendo un consiglio sul tuo ingresso in società per
la gestione di un negozio che vende PC?
esatto.
Segui il thread e vedi che mi puoi consigliare, se hai domande chiedi.
FabMind
2003-12-30 19:42:37 UTC
Permalink
Post by Krauss
esatto.
Segui il thread e vedi che mi puoi consigliare, se hai domande chiedi.
dubito sia di aver domande che qualcuno ti possa consigliare.
volevo esser certo che questa fosse la tua necessita' proprio perche' temo
che in questo NG si discuta di tutt'altro mestiere.

--
FabMind
Krauss
2003-12-30 22:42:01 UTC
Permalink
Post by FabMind
dubito sia di aver domande che qualcuno ti possa consigliare.
volevo esser certo che questa fosse la tua necessita' proprio perche' temo
che in questo NG si discuta di tutt'altro mestiere.
Se leggi il post non ho chiesto come si apre una farmacia.
FabMind
2003-12-30 23:16:37 UTC
Permalink
Post by Krauss
Se leggi il post non ho chiesto come si apre una farmacia.
l'ho letto.
chiedi consigli per entrare in societa' con un tizio che vende PC.
ti ho anche chiesto conferma e me l'hai data, no?
ecco, questo NG non si occupa di questo genere di cose.
se poi trovi qualcuno che ti vuole dare un consiglio generico a prescindere
dal settore dell'attivita', bene.
pero' sappi che qua di solito si discute d'altro, dunque non aspettarti
pareri da esperti nella materia specifica.
tutto qua.

--
FabMind
Alessandro Riolo
2003-12-30 19:33:09 UTC
Permalink
Post by Krauss
Attualmente sono impiegato in tutt'altra attività (che non amo) con
stipendio dai 1000 ai 1200 euro.
Altra curiosità: nel frattempo vendi hardware? Conosci il mercato della
tua zona?
--
ale
http://www.sen.it
Krauss
2003-12-30 19:46:12 UTC
Permalink
Post by Alessandro Riolo
Altra curiosità: nel frattempo vendi hardware? Conosci il mercato della
tua zona?
- Non di professione, faccio tutt'altra cosa attualmente ma non sono
soddisfatto nè del lavoro ne del titolare. Vendo a qualche privato e qualche
collega, alcune riparazioni al volo la sera nel tempo libero.

- Che intendi? La zona è una via di mezzo tra la periferia di una città e la
campagna, il negozio sarebbe sull'aurelia con un discreto parcheggio
davanti, non di proprietà ma in affitto. Se ti può aiutare ci sono 3 negozi
di hw in 3 KM di strada e pare che tutti lavorano. Il più recente ha 4 anni.
Franco
2003-12-30 19:45:20 UTC
Permalink
Post by Krauss
Potrebbe assumermi come dipendente ma non mi darebbe 1 cent più del minimo
sindacalmente raggiungibile.
Direi che e' un buon indizio, tu che dici? Non ti dico la risposta perché mi
sembra abbastanza logica la consequenza...

E poi se non hai 50,000 euro che ci pensi a fare?
Krauss
2003-12-30 19:51:41 UTC
Permalink
Post by Franco
Post by Krauss
Potrebbe assumermi come dipendente ma non mi darebbe 1 cent più del minimo
sindacalmente raggiungibile.
Direi che e' un buon indizio, tu che dici? Non ti dico la risposta perché mi
sembra abbastanza logica la consequenza...
Già, se fossi disoccupato!
Ho chiesto a un commercialista chiedendo a quale stipendio vado incontro
visto che il titolare del negozio mi ha detto che mi inquadrerebbe col
MINIMO stipendio sindacalmente possibile. Siamo a poco più di 700 euro
quando ora stò alla media di 1100.
Ok che mi trovo male dove sono ora, ok che mi piace l'informatica, ma sono
400 euro di differenza!
Franco
2003-12-30 19:56:00 UTC
Permalink
Post by Krauss
Ok che mi trovo male dove sono ora, ok che mi piace l'informatica, ma sono
400 euro di differenza!
E il piccolo particolare dei 50.000....
Krauss
2003-12-30 20:05:52 UTC
Permalink
Post by Franco
E il piccolo particolare dei 50.000....
In quel caso sarei SOCIO e guadagnerei come un socio (il 50%) che spero
proprio siano ben + di 1000 euro al mese (a dire dell'attuale titolare).

Potrei prender un prestito, dalle banche o ..... dai parenti.

Segui anche le risposte di Alessandro Riolo in questo thread
Franco
2003-12-30 20:18:38 UTC
Permalink
Post by Krauss
Post by Franco
E il piccolo particolare dei 50.000....
In quel caso sarei SOCIO e guadagnerei come un socio (il 50%) che spero
proprio siano ben + di 1000 euro al mese (a dire dell'attuale titolare).
Potrei prender un prestito, dalle banche o ..... dai parenti.
Segui anche le risposte di Alessandro Riolo in questo thread
Si, tutto quello che vuoi, io continuo ad essere diffidente di uno che dice
ti assumo al 'minimo sindacale' a quello che dovrebbe essere un socio al
50%.
Krauss
2003-12-30 22:10:02 UTC
Permalink
Post by Franco
Si, tutto quello che vuoi, io continuo ad essere diffidente di uno che dice
ti assumo al 'minimo sindacale' a quello che dovrebbe essere un socio al
50%.
Già, non posso che darti ragione, ed eccomi quà, infatti, a chiedere
consiglio.
Roberto C.
2003-12-30 23:48:25 UTC
Permalink
Post by Krauss
Consigli?, vostre esperienze?, non sò che fare!
Ti vuoi mettere in società con una persona che non conosci, in un settore
che non conosci con dei soldi che non hai! Il tutto per hobby!
Scusa se te lo dico ma la cosa è piuttosto comica.
La gente impiega anni per aprire attività su un settore che conosce bene e
dopo aver valutato attentamente cosa vendere dove vendere e a quale target
di clientela, quali fornitori scegliere e di quali collaboratori
avvalersi.
Non ti dò nessun consiglio perchè dubito tu sia realmente interessato a
tale attività, ma se malauguratamente lo sei lascia proprio perdere e vedi
di crescere ancora un po' (perchè quello che hai chiesto e come lo hai
chiesto ti fanno considerare proprio un bambino)
Hanger Freisen
2003-12-31 04:13:11 UTC
Permalink
Post by Krauss
Mi è stato proposto di entrare in società con un rivenditore di PC
Stavo lavorando per un progetto e in un attimo di tregua HO letto il 3D e
le varie sfumature e chiaramente, seppur l'orario, non ho potuto
trattenermi a risponderti almento per cercare di evitarti che il tuo
futuro venga sconquassato.

Senti, sono - oltre ad altre attivita' - anche amministratore di diverse
societa' del settore sia posizionate in Italia che all'estero e questo lo
faccio da anni e anni conoscendo il "dietro le quinte" di quanti operano
sia su territorio nazionale e sia su piazze estere e, sinceramente, ti
posso confermare che ti hanno nominato il Pollo per l'anno 2004.

Se vi e' questo interesse nei tuoi confronti questi signori, anche solo
per etica e - per decenza - perche' no anche in un certo senso per
"sposarsi" con il tuo know how, intanto ti potevano offrire al limite (!)
una partecipazione, che so, del 5% o ad esser buoni (e visto che trattasi
di nuova attivita') di un 10% delle quote societarie senza chiederti
nessun euro (!!) e, cosi' tanto per iniziare, con relativo contratto di
dipendente con conseguente stipendio e regolare contribuzione senza nel
frattempo aver cariche sociali se non la partecipazione alle assemblee.

Stipendio che nel frattempo ti da modo di poter operare con tutta
tranquillita' e cosi' facendo anche l'interesse della costituenda
societa'.

Cosi' non e', anzi, addirittura non solo ti vogliono scaricare un bidone
ma altresi' pretendono, sapendo che trattasi di uno che non ha un euro
(scusate l'esclamazione di rabbia: cazzo!!), un versamento di euro 50.000
a titolo di partecipazione investendo, tal tipo cioe' TU, di una carica
sociale di Amministratore di cui non hai alcuna pallida idea di cosa
significa.

Pensa solamente al Tanzi di Parmalat o ai tanti amministratori oggi sul
lastrico e che operavano nel ns. settore cui oggi, per quanto ne dicono,
non sono certo periodi di vacche grasse.

Figuriamoci per chi vorrebbe costituire una societa' dedita alla gestione
di un negozio di prodotti per l'informatica!! Ma che utili credi di
portare a casa?! Debiti SI tanti, ma utili te li scordi! Negozio sito in
periferia con a pochi km altre entita' ... ma scherzi!

E cosa vendete? Il mouse, il programma di gestione che vendono anche ai
magazzini, il picci', il monitor ... fufa.

Pensa alle incombenze che dovrai affrontare in qualita' di amministratore
... a si, vero, questi signori sapendo di quanto non ne capisci sono pure
convinti, direi certi, che infine chi decide saranno loro o meglio il
loro commercialista dove essi saranno quelli che avranno i ricavi (o
meglio coi tuoi soldi salveranno altre situazioni di cui tu sei
all'oscuro) mentre tu sarai sempre piu' in mezzo a guai a non finire
accorgendoti, chiaramente, solo al momento stesso che sarai interrogato
da qualche tenente della finanza oppure da qualche giudice e a quel punto
non sapendo che dire balbetterai frasi del tipo " ... facevano loro ...
io facevo altro ... non capisco di cosa parlate ... sig ..." ma a quel
punto saprai, per quanto in un certo senso sapevi perche' ora sai, dai
suddetti che eri tu il responsabile e che pertanto le tue affermazioni
saranno inutili nonche pura retorica.

Purtroppo sarebbero da mettere nei guai questi signori che propongono
certe sconcezze a chi poi rimane plagiato ... ma qui siamo in Italia e
questo non avviene.

Ma i soldi non li hai neppure (!!) e pertanto ecco che, allettato
dall'idea di cambiar vita (cosi' credi o meglio perche' cosi vieni
allettato), passerai in rassegna i diversi parenti e amici. Forse riesci
anche a racimolarli, magari con un aiutino da parte di una banca che
guarda caso ti presentera' questi signori trovando poi anche indebitato
fino al collo sia con i parenti, con gli amici, con la banca senza
contare l'erario e quanti altri.

Tra l'altro questi signori si presentano con tanto di "certezze" avanzate
da un LORO commercialista, ma scherziamo!! Ma che c'hai scritto
"giocondor" sulla fronte!!

Parere mio e spassionato lascia perdere questa avventura, anzi dimentica
completamente questi signori, scordateli ... e' stato solo un sogno.

Un domani, quando sarai piu' maturo e quando, sempre che sarai sempre
interessato a metterti per conto proprio, avrai provveduto anche ad avere
quel minimo di capitale e di preparazione anche rivolta alla gestione,
amministrazione, rapporto con le banche, fisco, ecc ecc allora, e solo
allora, provvederai tu stesso a fare quel passo ma sicuramente allora
avrai cognizione di causa di cio' che farai sapendo ed avendo le idee
piu' chiare.

Ma per ora lascia perdere che, oltre tutto, questo non e' affatto il
periodo ideale e tanto meno politico per fare passi di questo genere.

Tanto meno politico visti i risvolti che stanno avvenendo che ricordano
in un certo senso il periodo di mani pulite solo che oggi rivolto per lo
piu' verso gli imprenditori. Saranno magari :-) risvolti trasversali ...
ma chissa'.

Ciao
Alessandro Riolo
2003-12-31 04:40:07 UTC
Permalink
Stavo lavorando per un progetto e in un attimo di tregua ..
Ho un costituendo db su SQL Server da una parte ed un treno merci di
leggi, circolari et similia dall'altra .. notti magiche :-)
Parere mio e spassionato lascia perdere questa avventura, anzi
dimentica
completamente questi signori, scordateli ... e' stato solo un sogno.
Un domani, quando sarai piu' maturo e quando, sempre che sarai sempre
interessato a metterti per conto proprio, avrai provveduto anche ad avere
quel minimo di capitale e di preparazione anche rivolta alla gestione,
amministrazione, rapporto con le banche, fisco, ecc ecc allora, e solo
allora, provvederai tu stesso a fare quel passo ma sicuramente allora
avrai cognizione di causa di cio' che farai sapendo ed avendo le idee
piu' chiare.
Sottoscrivo in toto il buon Hanger Freisen (che stavolta è stato molto
più chiaro e meno contorto di me ;-) )
--
ale
http://www.sen.it
Hanger Freisen
2003-12-31 15:34:28 UTC
Permalink
Post by Alessandro Riolo
Stavo lavorando per un progetto e in un attimo di tregua ..
Ho un costituendo db su SQL Server da una parte ed un treno merci di
leggi, circolari et similia dall'altra .. notti magiche :-)
Gia ... e i pagamenti del periodo che nel frattempo ho dato il via libera
per i saldi :-)
Post by Alessandro Riolo
Sottoscrivo in toto il buon Hanger Freisen (che stavolta è stato molto
più chiaro e meno contorto di me ;-) )
Che vuoi dire, che delle volte succedono i miracoli :-)
Alessandro Riolo
2003-12-31 15:43:10 UTC
Permalink
"Hanger Freisen"
Post by Hanger Freisen
Che vuoi dire, che delle volte succedono i miracoli :-)
yep ;-)
--
ale
http://www.sen.it
Hanger Freisen
2003-12-31 19:04:29 UTC
Permalink
Post by Alessandro Riolo
"Hanger Freisen"
Post by Hanger Freisen
Che vuoi dire, che delle volte succedono i miracoli :-)
yep ;-)
:-)

Pero' delle volte anche tu non sei da meno, vabbe' mal comune mezzo gaudio.
Krauss
2004-01-01 20:18:06 UTC
Permalink
Post by Hanger Freisen
Stipendio che nel frattempo ti da modo di poter operare con tutta
tranquillita' e cosi' facendo anche l'interesse della costituenda
societa'.
Ciao, innanzi tutto ti ringrazio molto della dettagliata e sincera risposta.
Effettivamente io non pensavo a tutto ciò. Solo mi sono ravveduto quando mi
sono "gentilissimamente" sentito dire NO di fronte alla tale proposta:
assunzione per
un'anno da dipendente con uno stipendio PARI al mio attuale (1100 euro). Con
la promessa di un impegno PARI a quello di un socio e che se le cose
andavano bene avrei felicimente sborsato i 50'000 che chiedeva.
Questo NO (ma solo lo stipendio minimo sindacale) mi ha fatto riflettere ed
allora eccomi quì.
Post by Hanger Freisen
Figuriamoci per chi vorrebbe costituire una societa' dedita alla gestione
di un negozio di prodotti per l'informatica!! Ma che utili credi di
portare a casa?! Debiti SI tanti, ma utili te li scordi! Negozio sito in
periferia con a pochi km altre entita' ... ma scherzi!
E' anche questo che volevo sapere. A suo dire, già le attuali vendite ai
suoi clienti della sua attività primaria sarebbero sufficienti a coprire
entrambi gli stipendi ed il fatturato, con una gestione corretta della
vendita ai privati, può solo aumentare (sempre a suo dire).
Post by Hanger Freisen
Pensa alle incombenze che dovrai affrontare in qualita' di amministratore
... a si, vero, questi signori sapendo di quanto non ne capisci sono pure
convinti, direi certi, che infine chi decide saranno loro o meglio il
loro commercialista dove essi saranno quelli che avranno i ricavi (o
meglio coi tuoi soldi salveranno altre situazioni di cui tu sei
all'oscuro) mentre tu sarai sempre piu' in mezzo a guai a non finire
accorgendoti, chiaramente, solo al momento stesso che sarai interrogato
da qualche tenente della finanza oppure da qualche giudice e a quel punto
non sapendo che dire balbetterai frasi del tipo " ... facevano loro ...
io facevo altro ... non capisco di cosa parlate ... sig ..." ma a quel
punto saprai, per quanto in un certo senso sapevi perche' ora sai, dai
suddetti che eri tu il responsabile e che pertanto le tue affermazioni
saranno inutili nonche pura retorica.
Azzo, e come faccio io a scoprire se c'è qualcosa dietro? Se ha debiti o
chissà che?
Post by Hanger Freisen
Parere mio e spassionato lascia perdere questa avventura, anzi dimentica
completamente questi signori, scordateli ... e' stato solo un sogno.
Già, sono certo che alla fine succederà così, con molto rammarico perchè
vedo sfuggire l'unica possibilità di lavorare in questo mondo nel giro di 6
anni. Però per avere uno straccio di prova che le supposizioni fatte in
questo 3D sono vere, come posso muovermi?

Ciao e buon anno.
Franco
2004-01-01 20:24:33 UTC
Permalink
Post by Krauss
Già, sono certo che alla fine succederà così, con molto rammarico perchè
vedo sfuggire l'unica possibilità di lavorare in questo mondo nel giro di 6
anni. Però per avere uno straccio di prova che le supposizioni fatte in
questo 3D sono vere, come posso muovermi?
Innanzitutto, un lavoro almeno ce l'hai grazie a Dio, per cui non e' tutto
cosi' pessimo. E poi non puoi essere cosi' negativo... in 6 anni non hai
avuto nessuna altra possibilita' di lavoro? Non ci credo, o sei troppo
pessimista tu o non hai cercato bene. Posso capire gli ultimi due-tre anni
ma prima.

In che senso come devi muoverti?

Nessuno qui potra' mai avere la certezza di quello che sara' e nessuna
riposta certa potra' esserti data. Ognuno dice quello che pensa in base alla
sua esperienza.
Hanger Freisen
2004-01-02 05:07:25 UTC
Permalink
Post by Hanger Freisen
societa'.
chiedeva. Questo NO (ma solo lo stipendio minimo sindacale) mi ha
fatto riflettere ed allora eccomi quì.
Con questo pero' non significa che un domani e verso altre alternative e
se vorrai entrare a far parte, come socio, in una societa' che non sarai
tenuto ad investire denaro, anzi tutt'altro.

Cio' che ti ho consigliato era nel caso specifico che tu hai esposto e
stante la situazione da te prospettata e sulla base delle informazioni
sullo status che hai dato relative alla controparte.

In sintesi ogni situazione e' da valutare nel suo caso specifico senza
che ci sia una ricetta unica per tutti i casi come diversamente invece
avviene per chi lavora come dipendente cui in quest'ultimo caso esiste
una base.
Post by Hanger Freisen
Figuriamoci per chi vorrebbe costituire una societa' dedita alla
gestione di un negozio di prodotti per l'informatica!! Ma che utili
credi di portare a casa?! Debiti SI tanti, ma utili te li scordi!
Negozio sito in periferia con a pochi km altre entita' ... ma
scherzi!
E' anche questo che volevo sapere.
E' regola nell'informatica e specialmente nella vendita al pubblico NON
fare mai magazzino, per cui non vedo necessita' di detto investimento in
capitale sociale.

Si provvede a versare maggiore capitale sociale iniziale solo quando
l'impresa, sulla base di un progetto, presume determinati investimenti
che possono essere consistenti o, in casi di aumenti, al fine di
garantire maggiormente i terzi c.d. fornitori, banche ecc.

Quanto sopra fatto salvo ai rinvestimenti degli utili al fine di pagare
meno tasse oppure per il rispetto di determinate norme vigenti in materia
societaria oppure in caso che si creda a tal punto, succede succede anche
se il dna della gdf in italia non ci crede, da voler far crescere
l'attivo dello stato patrimoniale della propria societa' al fine di poter
crescere verso gli investimenti. Ma qui la cosa diviene ben piu'
complessa.
A suo dire, già le attuali vendite
ai suoi clienti della sua attività primaria sarebbero sufficienti a
coprire entrambi gli stipendi ed il fatturato,
E allora, mi domando, perche' questa chiusura da parte di questi signori
di lasciarti verificare quanto da loro asserito?

E perche' versare una somma di 50.000 euro cosi' di primo acchitto?

Considerato che per costituire una societa' Srl risulta essere sufficente
un capitale sociale totale (fra tutti i soci) di 10.000 euro di cui
inizialmente si puo' anche versare, totale fra tutti i soci, i 3/10* del
capitale sociale per poi in futuro provvedere a versare la rimanenza?

(Salvo se societa' di tipo Surl Societa' Unipersonale e fatto salvo col
nuovo diritto societario ad un versamento iniziale pari al 25% cui ora
non ho sottomano la nuova normativa)
con una gestione
corretta della vendita ai privati, può solo aumentare (sempre a suo
dire).
Tutto puo' succedere nella vita, ma stante a quanto hai scritto:

"Non ha due societ… ma una divisa su due sedi. Lui parlava di creare una
nuova societ… solo mia e sua (50%) che gestisce il negozio: io
internamente con privati e lui esternamente con aziende. L'attuale
esistente la terrebbe lui con una cognata (della quale non ho idea
dell'inquadramento legale) per gestire l'attivit… indicata a inizio
thread che gli richiede pochi pomeriggi a settimana (visto cognata e 6
dipendenti), ma della quale io non farei comunque parte."

Cui cio' sta a significare che in sintesi si costituisce una nuova
societa' commerciale (visto che trattasi di vendita di prodotti) e tal
socio sarebbe sia socio con te e sia socio dell'altra societa'.

A questo punto non vedo il motivo che il suo commercialista dovrebbe
provarti che l'attivita' funzioni sulla base della contabilita' della
societa' cui tu non avresti a che fare.

Peche' invece non ti ha proposto, oltre a quanto avevo scritto, di
entrare come socio nella societa' gia attiva?

Faccio ipotesi dell'avvocato del diavolo.

a) e che magari societa' attiva ha bisogno di garanzie per l'espansione
di un'apertura di credito e che pertanto aprendo una seconda srl, con
relativo versamento di capitale fresco da parte di terzi (TU), questa
ultima poi cosi' con le quote garantisca a sua volta la prima?

b) e che magari la costituenda societa' provveda a fare acquisti tali per
poi cederli alla societa' attiva cosi' poi lasciando te come
amministratore in braghe di tela?

ecc ecc ecc
Post by Hanger Freisen
quanto in un certo senso sapevi perche' ora sai, dai suddetti che eri
tu il responsabile e che pertanto le tue affermazioni saranno inutili
nonche pura retorica.
Azzo, e come faccio io a scoprire se c'è qualcosa dietro? Se ha debiti
o chissà che?
Bhe', stando sempre al fatto che tal controparte vuole farti vedere
quello che riguarda la societa' attiva che come ti dicevo non vedo motivo
visto che non riguarda la costituenda, allora:

A) chiedere copie dello Stato Patrimoniale e Conto Economico in
dettaglio, i rispettivi Bilanci di Verifica sempre in dettaglio
(significa con elenco anche dei conti a 0 dei Clienti e Fornitori) e
copia dei bilanci e delle rispettive Note Integrative e tutto questo
degli ultimi tre anni.

b) su Cerved fare per conto tuo richiedi un Dossier sulla societa' attiva
che a sua volta comprende: visura storica camerale, bilanci depositati
degli ultimi esercizi, visure sui rispettivi soci cui se hanno protesti,
fatti negativi, esistenza di eventuali ipoteche e dei rispettivi importi
ed elenco dei rispettivi beneficiari, comparazione di detti bilanci con
altre societa' del settore con i rispettivi indici, l'importo massimo di
affidamento di credito consigliato da Cerved e altri indicatori.

c) su Cerved approfondisci verificando lo status approfondito anche dei
rispettivi soci

d) compari i dati di Cerved cui al punto b) e c) con quanto avuto al
punto a)

e) provvedi tu stesso a trarne i diversi indici (roi, ros, ecc) sia su
quanto espresso al punto a) e sia su quanto espresso al punto b) e c)

f) controlli la periodicita' relativa ai pagamenti e in special modo
dello status tributario (c.d. erario c/to iva, ecc ecc)

g) visto che hai copie dettagliata di quanto espresso al punto a)
provvedi a richiedere informazioni presso i fornitori cosi' verificando
quanto dichiarato in sede di bilancio e assaggi il terreno anche presso i
clienti verificando la solidita' di tali, i tempi di pagamento ecc.

h) verifichi la voce liquidita' liquida dagli ultimi estratti conto
ricevuti dagli stessi e relativi alle banche

i) verifica dei cespiti, del valore degli stessi, degli ammortamenti
applicati nei diversi esercizi, dell'inventario e delle rimanenze e della
rimanenza e valore attuale

i) .... e' chiaro che tutto quanto conviene che lo faccia per te un
consulente, direi revisore dei conti, di tua fiduca!!!! :-)

Ma ripeto a che serve? Se non a verificare se ci sono incongruenze fra
cio' che dichiarano da cio' che dicono?

Vabbe' al limite hai una maggior sicurezza se sono seri su cio' che
dicono o no.
Post by Hanger Freisen
Parere mio e spassionato lascia perdere questa avventura, anzi
dimentica completamente questi signori, scordateli ... e' stato solo
un sogno.
Già, sono certo che alla fine succederà così, con molto rammarico
perchè vedo sfuggire l'unica possibilità di lavorare in questo mondo
nel giro di 6 anni.
Cosa!! Capperi ma ti rendi conto che in ogni caso hai sempre la
possibilita', appena avrai quel minimo di capitale, di poter lavorare, se
proprio lo vuoi fare, per conto tuo!

E questo senza imbarcarti in disavventure che potrebbero rivelarsi
dannose nei tuoi confronti!

E poi sai che la regola di un imprenditore e' rapportarsi verso la vita
in forma occulata ma con animo positivo.

Scuda quanti hanni hai?
Però per avere uno straccio di prova che le
supposizioni fatte in questo 3D sono vere, come posso muovermi?
Di sicuro esiste solo la vita e la morte.

In ogni caso se realmente vuoi fare una verifica approfondita, vedasi a
quanto espresso al punto i) ma sappi che chiaramente dovrai, per tale
verifica, spendere sull'ordine di ca. 2000 / 3000 Euro
Ciao e buon anno.
Ciao ...
Krauss
2004-01-03 17:02:56 UTC
Permalink
Post by Hanger Freisen
Scuda quanti hanni hai?
27. Grazie molto della dettagliatissima risposta. E' evidente che non
spenderò 3000 euro per una verifica di questo genere ma probabilmente tutto
finirà in una bolla di sapone. Proporrò nuovamente la soluzione dipendente,
magari a percentuale.
I 50'000 effettivamente leggendo il tuo post non capisco che scopo hanno.
Forse aquistare i clienti già esistenti? Bò!
Proverò a chiedergli anche questo e cercare di salvare l'insalvabile. Se è
veramente interessato a me (o comunque a un aiutante) deve accettare lo
stipendio che chiedo (visto che gli GARANTISCO la massima disponibilità e
impegno nella crescita del negozio a livello vendita privati). Se dice no
nuovamente gli chiedo la faccenda dei 50'000 a che servono visto i discorsi
che mi hai fatto tu. Poi a seconda della risposta gli chiedo:
"Tu non sei disposto a sborsare 400 euro in + al mese per un dipendente che
ti GARANTISCE la massima disponibilità e impegno però te lo faresti socio se
ti da 50'000 euro. Mi viene da pensare che qualcosa non funziona. Quindi mi
dispiace moltissimo ma penso di non poter accettare. Grazie e arrivederci"
Che dici, va bene? Consigli altro?
Con sincero rammarico, ma sono certo che finirà così
Mi dicevi di aprire da solo????? E con quali clienti, ti dico che in 3km di
semicampagna ci sono 3 negozi di informatica.
Hanger Freisen
2004-01-04 00:32:50 UTC
Permalink
Post by Krauss
Post by Hanger Freisen
Scuda quanti hanni hai?
27.
Ok ...
Post by Krauss
Grazie molto della dettagliatissima risposta. E' evidente che non
spenderò 3000 euro per una verifica di questo genere ma probabilmente
tutto finirà in una bolla di sapone.
Gia. Anche perche' ti troveresti ad analizzare la societa' attiva che non
riguarda la nuova.

Si certo, al limite arriveresti a comprendere meglio con chi hai a che
fare ma limitatamente ai dati contabili e di gestione ma detti
sicuramente non ti potranno assicurare che tipo sia in realta' la persona
se non, forse e in linea generale, di come il suo staff potrebbe operare.

Uno dei piu' grandi imprenditori del mondo che ebbe anch'esso le sue
disavventure disse che "per essere un vero imprenditore bisogna aver
subito almeno tre fallimenti senza che questo gli abbia frenato la spinta
di voler raggiungere i propri obbiettivi"

E infatti non ha torto se si e' capaci di imparare anche da propri e
dagli errori come non ha nessun significato se una persona abbia o meno
avuto in precedenza dei precedenti o disavventure sempre che queste poi
si sappia superarle tramutandole in mere battaglie perse e non in una
propria certezza di aver perso la guerra.

Non conosco persona che una volta nella sua vita non abbia "fallito" in
qualche cosa, c'e' chi ha fallito nel matrimonio, chi verso obbiettivi
mai raggiunti, chi nel lavoro, chi a scuola, ecc ecc e da parte mia
diffido di chi, perfettino, di primo achitto grazia gli interlocutori di
incompetente informazione critica nei confronti di tal o tal altro o di
chiunque perche' e' l'informazione che interessa ma non la critica e
ancor peggio se quest'ultima risulta addirittura di tipo personale come
invece, purtroppo, avviene spesso nel tempo in cui viviamo da parte di
pubblicisti, giornalisti, ecc ecc.

Quanto sopra solo allo scopo per indicarti che ogni ricerca, ogni
indagine e ogni informazione deve essere anche interpretata nel giusto
modo e con competenza destrezza per cui anche in sede di documentazione
Cerved non bisogna cadere al tranello di interpretare la mole di dati e
informazioni in modo superficiale e senza cognizioned di causa.

Infatti se dovessimo osservare se una persona ha avuto dei protesti da
tale cio' che interessa e' se tal situazione e' " continua e periodica"
nel tempo ove se lo e' tradurremo intanto che abbiamo di fronte un
"professionista del protesto" adducendoci per conseguenza a fare
attenzione.

Diversamente invece se rileviamo che tal Caio ha avuto nell'anno del
signore uno o piu' protesti ma legati a solo quel certo periodo
traducendo tale che Caio in quel momento ha avuto un periodo negativo e
nient'altro per cui meritando fiducia come chiunque altro.

Come d'altro canto di fronte ad una lettura attenta di una visura
ipocatastale (visura immobiliare e relative ad eventuali ipoteche
iscritte) bisogna infine sapere se effettivamente esistono ancora tali
iscrizioni e se esistono per quali motivi.

Infatti tanti, e altrettanti addirittura senza saperlo, hanno iscrizioni
di ipoteche sugli immobili senza altresi' aver nella realta' alcun
debito.

Il perche' di questo e' dovuto ad errori da parte del catasto ( e ti
assicuro che in Italia ne e' costante!!) o di mancate, volute o meno,
cancellazioni che potrebbero risalire addirittura a generazioni
precedenti che magari a suo tempo risulta anche stata essere liberata ma,
per i soliti errori, e' rimasta invece ed ugualmente iscritta.

Per cui anche in questo caso una lettura superficiale di una visura
ipocatastale potrebbe trarre errori di giudizio mentre un'attenta e
competente valutazione puo' trarne informazioni interessanti.

Infine sconsiglio vivamente l'utilizzo degli improvvisati detective :-)
all'italiana e tanto meno tener conto di giudizzi o di informazioni, le
cosidette "indiscrezioni", avute da sedicenti e zelanti facenti parte
delle F.O. o da giornalisti in quanto proprio questi sono i primi a
soffrire da svariate sindrome ed essendo alla loro professione dei meri
esecutivi, cioe' con veto al giudizio, cosi' venendo meno da parte loro
alla giusta capacita' di pacata obbiettivita' di giudizio.
Post by Krauss
Proporrò nuovamente la soluzione dipendente, magari a percentuale.
Se proprio non dissuadi, a questo punto esistono diversi tipi di
soluzioni sempre che la controparte abbia anch'essa intenzione a
confrontarsi e questo dipendente anche alla tua capacita' di
negoziazione.

Direi a questo punto, tanto a mo di compromesso, potrebbe essere valido
un contratto a progetto con durata di un annno, un fisso mensile e una
percentuale sulle vendite e a fine anno con ripartizione degli utili
secondo quanto imposto dalle norme in tema di diritto societario.
Post by Krauss
I 50'000 effettivamente leggendo il tuo post non capisco che scopo hanno.
Infatti.
Post by Krauss
Forse aquistare i clienti già esistenti? Bò!
Acquistare i clienti!!! Scherzi! Da parte tua allora dovresti farti
versare una somma pari al valore del tuo know how.
Post by Krauss
Proverò a chiedergli anche questo e cercare di salvare l'insalvabile.
Ogni attivita' che si rispetti d'apprima si valuta sulla base di un
progetto o meglio di un business plan o piano industriale e nel caso di
tipo commerciale.

Per cui a quel punto chiedi quanto anzi scritto al dettaglio ove in esso
la controparte dovra' spiegare motivazione di detto capitale sociale.
Post by Krauss
Se è veramente interessato a me (o comunque a un aiutante) deve
accettare lo stipendio che chiedo (visto che gli GARANTISCO la massima
disponibilità e impegno nella crescita del negozio a livello vendita
privati).
Gia
Post by Krauss
Se dice no nuovamente gli chiedo la faccenda dei 50'000 a
che servono visto i discorsi che mi hai fatto tu.
Anche perche' se insiste a quel punto tu chiederai delle garanzie come
contro partita, ad esempio, una fidejussione bancaria intestata come
beneficiario alla tua persona e NON alla costituenda societa' e in
qualsiasi momento immediatamente escutibile senza alcuni obbligo di
preavviso alla controparte e di E. 50.000 piu' un anno di stipendio,
visto che a quel punto hai perso un lavoro dipendente, piu' un'ennesima
somma a titolo di benefit.

In fondo se la controparte e' cosi' sicura al rispetto degli incassi e
dell'utile che vuoi che gli costi garantirti con una fidejussione
bancaria cui per la quale la controparte spende esclusivamente alla sua
banca un intresse di ca. 3% o 4% piu' alcuni euro di spese.

Anzi, garantendoti cosi' con una fidejussioni bancaria dimostra alla sua
buona fede oltre che alla validita' della proposta.

Chiaramente se invece la cosa non funziona a quel punto chiedi l'incasso
immediato presso la tua banca di tale fidejussione bancaria che escuterai
per certo visto che viene garantita dalla stessa banca della controparte.
Post by Krauss
Poi a seconda della
risposta gli chiedo: "Tu non sei disposto a sborsare 400 euro in + al
mese per un dipendente che ti GARANTISCE la massima disponibilità e
impegno però te lo faresti socio se ti da 50'000 euro. Mi viene da
pensare che qualcosa non funziona. Quindi mi dispiace moltissimo ma
penso di non poter accettare. Grazie e arrivederci"
Che dici, va bene?
Certo! Innanzi tutto la chiarezza.

Anche perche' ricordati che una societa' insieme ad altre persone fuziona
solo se chi lavora dentro la stessa venga mensilmente retribuito tanto e
come si fa con i dipendenti per poi, se si e' soci, in sede di utili
provvedere alla ripartizione.
Post by Krauss
Consigli altro?
Vedi sopra
Post by Krauss
Con sincero rammarico, ma sono certo che finirà così
Ma perche' usi il termine rammarico! Anzi cosi' facendo invece ti
salvaguardi da eventuali ed enormi e futuri guai.
Post by Krauss
Mi dicevi di aprire da solo????? E con quali clienti, ti dico che in
3km di semicampagna ci sono 3 negozi di informatica.
Maggior ragione.

E se proprio vuoi continuare per conto proprio nel mondo dell'informatica
intanto osserva e studia cosa offrono i tuoi vicini negozzi, che tipo di
clientela hanno, ecc. applicando intanto la regola di conoscere il nemito
facendotelo amico.

Intanto con 50.000 Euro potresti valutare le offerte di tipo franchising,
che so, presso la CDC o la Datamatic o la Executive e altri che sono anni
sul mercato cosi' pararti per quanto riguarda il magazzino dove questi
tipi di contratti, fatti con aziende serie, di solito ti garantiscono sia
la pubblicita', sia l'allestimento del negozio e sia la comunicazione a
tutti i loro clienti dell'apertura di un nuovo Cash & Carry e ancor piu'
ti garantiscono sia la rotazione dei prodotti e sia di poter rendere
cio' che non si vende presso la tua sede senza contare facilitazioni in
termine finanziario, facilitazioni e supporto completo all'attivazione,
al sistema di gestione, agli acquisti presso i grossi produttori, ecc
ecc.

Se invece non hai detta somma, orbene comincia come hanno fatto tanti
anche qui presenti sul ng, cioe', cominciando a proporti presso amici e
facendo conoscere iniziando facendo interventi, al momento senza p.iva,
poi avviata provvederai con il supporto di un FIDATO consulente per
quanto riguarda la contabilita'.

Ciao
Krauss
2004-01-04 22:01:45 UTC
Permalink
Post by Hanger Freisen
Direi a questo punto, tanto a mo di compromesso, potrebbe essere valido
un contratto a progetto con durata di un annno, un fisso mensile e una
percentuale sulle vendite e a fine anno con ripartizione degli utili
secondo quanto imposto dalle norme in tema di diritto societario.
Posso proporlo. Penso di vederlo domani sera.
Post by Hanger Freisen
Post by Krauss
Se dice no nuovamente gli chiedo la faccenda dei 50'000 a
che servono visto i discorsi che mi hai fatto tu.
Anche perche' se insiste a quel punto tu chiederai delle garanzie come
contro partita, ad esempio, una fidejussione bancaria intestata come
beneficiario alla tua persona e NON alla costituenda societa' e in
qualsiasi momento immediatamente escutibile senza alcuni obbligo di
preavviso alla controparte e di E. 50.000 piu' un anno di stipendio,
visto che a quel punto hai perso un lavoro dipendente, piu' un'ennesima
somma a titolo di benefit.
Potrebbe essere una cosa molto interessante (anche se non conosco bene come
funziona la cosa).
Posso proporgli la faccenda del contratto a progetto con percentuale,
sentire come la prende, se il suo è un NO avanzo dei dubbi ed esco con
questa fidejussione. Se anche quì non ne vuole sapere allora tutti i dubbi
avanzati su questo 3D non possono che essere veri.
Post by Hanger Freisen
E se proprio vuoi continuare per conto proprio nel mondo dell'informatica
intanto osserva e studia cosa offrono i tuoi vicini negozzi, che tipo di
Uno è quello in oggetto che ripeto lavora solo in esterno, ma col mio
ingresso si inizia la vendita a privati.
Un'altro (quello più esterno) lavora principalmente con società del comune
adiacente e poco con privati.
L'altro, quello al centro, lavora principalmente con privati della zona.
(distanza dal "mio" 1,5Km).
Post by Hanger Freisen
Intanto con 50.000 Euro potresti valutare le offerte di tipo franchising,
Ciò pensato, in 3 anni in zone limitrofe con maggior densità di popolo,
hanno aperto e CHIUSO 3 CDC e 1 Expert.
Post by Hanger Freisen
Se invece non hai detta somma, orbene comincia come hanno fatto tanti
anche qui presenti sul ng, cioe', cominciando a proporti presso amici e
Lo stò già facendo, ma apparte quei 4 conoscienti che ti chiedono come
funziona il dizionario di latino (fresca di oggi) poca roba trovo.

Ciao e grazie ancora.
Hanger Freisen
2004-01-05 16:15:56 UTC
Permalink
Post by Krauss
ripartizione degli utili secondo quanto imposto dalle norme in tema
di diritto societario.
Posso proporlo. Penso di vederlo domani sera.
Fammi sapere :-)
Post by Krauss
piu' un'ennesima somma a titolo di benefit.
Potrebbe essere una cosa molto interessante (anche se non conosco bene
come funziona la cosa).
In linea di massima e' semplice. Intanto esistono le fidejussioni di tipo
bancario, di tipo assicurativo o fatte da terzi. Vai sempre su quella di
tipo Bancario!!

La fidejussione si tratta di una garanzia, garantita da terzi e nel ns.
caso dalla Banca della controparte, la quale garantisce al beneficiario
(nel ns. caso sei tu il beneficiario) il buon esito finanziario degli
accordi pattuiti.

Essendo per l'appunto in questo caso la Banca della controparte a
garantire capirai che anche la banca stessa viene coinvolta per cui nel
caso sei in una botte di ferro.

Per contro la controparte non si trova di fronte a esborsi di grosse
somme se non una piccola percentuale di interesse da dare alla sua banca
e un quid di pochi euro dovuti alla banca per spese di gestione della
suddetta fidejussione.

In pratica la controparte ti deve dare un documento in originale (!!) con
intestazione della sua Banca e con sottoscrizione di quest'ultima ove in
tale documento la Banca stessa dichiara e garantisce nei tuoi confronti
sia la somma pattuita indicando la data di scadenza della fidejussione ed
altro.

Da parte tua ricevuto tal documento passi poi presso la tua Banca e gli
consegni una copia chiedendo a quest'ultima con discrezione di fare una
verifica nel merito. (Questo si fa perche' ci sono in giro tanti che
falsificano anche le fidejussioni!!)

Hai l'esito positivo dalla tua banca bene mentre se hai esito negativo
vai dalla controparte e gli tiri le orecchie :-)
Post by Krauss
Posso proporgli la faccenda del contratto a progetto con percentuale,
sentire come la prende, se il suo è un NO avanzo dei dubbi ed esco con
questa fidejussione. Se anche quì non ne vuole sapere allora tutti i
dubbi avanzati su questo 3D non possono che essere veri.
Se a quel punto dice no anche alla fidejussione a quel punto significa
palesemente che si trova in brutte acque anche con la sua Banca o che
oppure sta cercando il pollo di turno o che in realta' della tua persona
non gli freghi realmente nulla.

Per avere una contro prova gli chiedi con che Banca lavora, o con che
banche, e da li con aiuto confidenziale della tua banca prendi qualche
informazione.
Post by Krauss
E se proprio vuoi continuare per conto proprio nel mondo
dell'informatica intanto osserva e studia cosa offrono i tuoi vicini
negozzi, che tipo di
Uno è quello in oggetto che ripeto lavora solo in esterno, ma col mio
ingresso si inizia la vendita a privati.
Un'altro (quello più esterno) lavora principalmente con società del
comune adiacente e poco con privati.
L'altro, quello al centro, lavora principalmente con privati della
zona. (distanza dal "mio" 1,5Km).
A quel punto mi indirizzerei sulla vendita all'ingrosso verso gli
operatori del settore.
Post by Krauss
Intanto con 50.000 Euro potresti valutare le offerte di tipo
franchising,
Ciò pensato, in 3 anni in zone limitrofe con maggior densità di
popolo, hanno aperto e CHIUSO 3 CDC e 1 Expert.
Significa nulla, bosogna vedere chi erano e a chi si rivolgevano e come e
in che anni. Sai bene che nel ns. settore non si puo' improvvisare come
altresi' quanto sia soggetto a periodi.

L'Expert e' piu' una organizzazione legata ai cosiddetti prodotti bianco
o nero (elettrodomestici, tv, ecc) e non nato nel settore
dell'informatica per cui lo escluderei.

Nel caso della CDC ha infatti avuto qualche problema finanziario, ma
sembrano risolti, visti gli investimenti che aveva fatto acquisendosi
anche aziende operanti nel settore delle Telecomunicazioni in sintesi
risentendo anch'essa il contraccolpo dell'anno 1999 / 2000.

Ma ne esistono altre come ti dicevo, la Datamatic, la Executive, ecc

E poi perche' non integrare Informatica con la Telefonia e
Telecomunicazioni intesa nella vendita anche di Cellulari e affini e
perche' no integrando anche tutto cio' che riguardera' il Digitale?
Post by Krauss
Se invece non hai detta somma, orbene comincia come hanno fatto tanti
anche qui presenti sul ng, cioe', cominciando a proporti presso amici e
Lo stò già facendo, ma apparte quei 4 conoscienti che ti chiedono come
funziona il dizionario di latino (fresca di oggi) poca roba trovo.
Devi farti conoscere magari iniziando a proporti anche a quei tre che hai
vicino come indipendente facendoti conoscere, che so, con broschure,
volantini, manifesti ecc che depositi presso locali pubblici ecc ecc ecc
inviandoli anche presso un elenco di strutture e aziende ecc ecc ecc
Post by Krauss
Ciao e grazie ancora.
Ciao
dacho
2004-01-05 15:19:16 UTC
Permalink
Post by Hanger Freisen
Ciao ...
In passato abbiamo avuto opinioni anche brutalmente diverse, ma devo
ammettere che la tua analisi su questo "caso" è davvero notevole!

C'è solo una motivazione che, forse, hai dimenticato di citare, molto
probabilmente perché quelle che hai dato erano di per loro già
abbastanza "calde": il "proponente l'investimento" forse voleva anche
semplicemente capitale di rischio fresco da investire su un non garantito
profitto dal nuovo tipo di attività commerciale (customer)..

Capisco che questa aggiunta è abbastanza "banale" (soprattutto rispetto
a quelle che hai dato tu), ma oramai ho cominciato (anch'io) a considerare
anche le ipotesi più stupide per dare motivazioni/obiettivi al
comportamento di certi figuri..

Dacho
Alessandro Riolo
2004-01-05 15:26:12 UTC
Permalink
Post by dacho
il "proponente l'investimento" forse voleva anche
semplicemente capitale di rischio fresco da investire su un
non garantito profitto dal nuovo tipo di attività commerciale
E però il proponente l'investimento, per la creazione di una s.r.l.
nuova di zecca al 50%, deve mettere tanto quanto l'altro.
--
ale
http://www.sen.it
dacho
2004-01-05 16:17:31 UTC
Permalink
Post by Alessandro Riolo
E però il proponente l'investimento, per la creazione di una s.r.l.
nuova di zecca al 50%, deve mettere tanto quanto l'altro.
Si, certo! Ma sempre meglio che il 100%..! E poi.. mi puzza molto un
capitale sociale di 100.000 EUR per un'attività di vendita al dettaglio
di pc. Non c'ho mai bazzicato direttamente con questo tipo di attività,
ma conosco un bel po' di gente che lo fa e che, pur con clientela di
diversi tipi, non ha mai INIZIATO con queste cifre (oramai 100.000 Eur
posson sembrar anche bruscolini, ma sappiamo che l'hardware più che
aumentare è diminuito di costo, almeno per l'area customer).

Non so in che cosa consista in quel "minimo sindacale", ma, mettendo il
caso che si tratti di un costo aziendale di 1400-1500 EUR/mese (8/900 EUR
netti), la proposta suona come: "i primi due anni e mezzo di stipendio te
li paghi tu con il capitale che ci metti dentro".. Ossia un "tipico" break
even di 2/3 anni per un attività commerciale al dettaglio..

Il "proponente l'investimento" sembra essere uno che forse le cose "le sa"
ma sembra essere anche un po' "pirata": se va male lo stipendio se lo paga
il dipendente (socio).. Ci sarebbe poi da capire chi sarebbe
l'amministratore della società (..) e quanto si darebbe lui di stipendio!


Dacho
Hanger Freisen
2004-01-06 01:57:02 UTC
Permalink
Post by dacho
E poi.. mi puzza molto un
capitale sociale di 100.000 EUR per un'attività di vendita al
dettaglio di pc.
Sono d'accordo, oggi sarebbe un illogico e pericoloso investimento fatto
salvo la presenza di sicuri, acquisiti e per particolari progetti, ma se
ho compreso bene in questo caso non e' tale situazione
Post by dacho
Non c'ho mai bazzicato direttamente con questo tipo
di attività, ma conosco un bel po' di gente che lo fa e che, pur con
clientela di diversi tipi, non ha mai INIZIATO con queste cifre
Guarda, tra le mie attivita' ho anche una societa' che si dedica alla
importazione e distribuzione all'ingrosso di hardware, sw, sistemi
industriali, ecc ecc (in ITA in USA e UK) e ti dico che oggi come oggi
sarebbe sciocco, per un negozio rivolto al pubblico, investire come
capitale sociale una somma del genere.

Tutte le aziende del settore nel 1999 / 2000 si erano trasformate in Spa
e aggregate o fuse in gruppi (c'era linteresse verso la quotazione) ma
oggi per controtendenza stanno in tutti i modi disagregandosi formando
piuttosto piu' Srl senza fra loro avere legami di controllo investendo
inizialmente il minimo di c.s. possibile ... piuttosto invece
costituiscono aziende, che so, in Romania o in altri paesi.
Post by dacho
(oramai 100.000 Eur posson sembrar anche bruscolini,
Nel ns. settore non credere ... con le cose come stanno andando oggi e'
invece una somma interessante.

Per farti un esempio, se oggi costituiamo una Srl con c.s. di quella
somma con un amministratore pulito stai certo che a breve ci troviamo di
fronte a fidi concessi, ed interessanti, da parte di produttori e
distributori e questo anche da parte di produttori importanti del settore
... per cui ecco uno dei motivi che per tal operazione non mi convince
... chiaro, sempre stando a quanto ci ha comunicato Krauss
Post by dacho
ma sappiamo che
l'hardware più che aumentare è diminuito di costo, almeno per l'area
customer).
Infatti
Post by dacho
Non so in che cosa consista in quel "minimo sindacale", ma, mettendo
il caso che si tratti di un costo aziendale di 1400-1500 EUR/mese
(8/900 EUR netti), la proposta suona come: "i primi due anni e mezzo
di stipendio te li paghi tu con il capitale che ci metti dentro"..
Oddio ... e' vero anche, ora tralasciando il caso, che in ogni caso
costituendo una societa' seria e versando, ogni socio, la sua parte di
c.s. a loro volta sono coscenti del fatto che gli stessi soci che a loro
volta lavorano all'interno della societa' inizialmente verranno pagati
mensilmente attingendo anche dal c.s. ... questo mi sembra normale ...

Nel caso specifico invece la questione e' ben differente e, come avete
avuto modo di leggere, piuttosto fumosa e non equilibrata
Post by dacho
Ossia un "tipico" break even di 2/3 anni per un attività commerciale
al dettaglio..
Non si tratta di investimenti in immobili e macchinari imputati come
immobilizzazioni materiali e dediti alla produzione, che so come torni
cnc ecc, ove in questo caso ci troveremmo di fronte a continui
investimenti considerevoli a fronte degli ammortamenti commerciali (reali
e non a quelli fiscali!) cui a loro volta hanno dei tempi piuttosto
ristretti (di solito un anno o max due!) con conseguenti ricavi limitati
(vista la concorrenza che "vince" chi piu' produce con minori tempi di
produzione) ma trattasi invece di avviare un'attivita' commerciale ... di
un negozio (!) ... una micro realta', tra l'altro, come diceva il ns.
amico, con presenza gia di un portafoglio clienti attivo ... per cui
sarebbe ridicolo che ci trovassimo anche di fronte ad un calcolato, direi
a questo punto premeditato, break even a 2/3 anni!

Anzi, aperta la saracinesca gia al terzo mese (se volessimo essere
prudenti) dovrebbe gia creare utili ... se non tale non avvenisse a quel
punto si scoprirebbe l'arcano ... e auguri a tutti ...
Post by dacho
Il "proponente l'investimento" sembra essere uno che forse le cose "le sa"
gia
Post by dacho
ma sembra essere anche un po' "pirata": se va male lo stipendio se
lo paga il dipendente (socio).. Ci sarebbe poi da capire chi sarebbe
l'amministratore della società (..) e quanto si darebbe lui di stipendio!
Bha! Da quanto ho capito l'amministratore dovrebbe farlo il ns. amico
Krauss, come fa anche il commesso il tecnico ecc ecc, e sempre senza
avere un becco di un euro ... dimmi tu se e' accettabile vista anche
l'inesperienza di Krauss ...

Ma ti immagini tu come verrebbe immediatamente sbranato da un qualsiasi
fornitore?

E ti immagini il ns. povero amico Krauss correr dietro al commercialista
e alla intera gestione per poi provvedere con la mano sinistra a vendere
un mouse al cliente e nel frattempo con la terza mano :-) provvedere in
laboratorio alla installazione di chissa che mentre nel frattempo e' al
telefono mettendosi d'accordo con altro cliente perche' quest'ultimo si
lamenta che i 20 euro che ha pagato per l'installazione e configurazione,
secondo il cliente, di un server sono stati esagerati perche' l'amico
dell'amico (che a sua volta fa il commercialista ed e' nel frattempo il
commercialista di Krauss :-)) ha detto che lo faceva per 10 euro?

Tempo sei mesi e il ns. amico lo troviamo dimagrito, senza piu' capelli e
quei pochi che gli sono rimasti sono irti per la disperazione di capire
che cavolo sta dicendo il commercialista. :-)

Ciao HF
Hanger Freisen
2004-01-06 01:07:21 UTC
Permalink
Post by Alessandro Riolo
Post by dacho
il "proponente l'investimento" forse voleva anche
semplicemente capitale di rischio fresco da investire su un
non garantito profitto dal nuovo tipo di attività commerciale
E però il proponente l'investimento, per la creazione di una s.r.l.
nuova di zecca al 50%, deve mettere tanto quanto l'altro.
Ci mancherebbe. Ma ho gran timore che i $$$ faceva conto di farli ivestire
solo a Krauss :-)
Mario Giammarco
2004-01-08 16:49:27 UTC
Permalink
Post by Alessandro Riolo
Post by dacho
il "proponente l'investimento" forse voleva anche
semplicemente capitale di rischio fresco da investire su un
non garantito profitto dal nuovo tipo di attività commerciale
E però il proponente l'investimento, per la creazione di una s.r.l.
nuova di zecca al 50%, deve mettere tanto quanto l'altro.
Mah, non credo, magari se la cava con "avviamento", "fornitura spazio e
magazzino", "mano d'opera" (anche se poi il lavoro lo fa l'altro...)
Hanger Freisen
2004-01-06 00:56:52 UTC
Permalink
Post by dacho
Post by Hanger Freisen
Ciao ...
In passato abbiamo avuto opinioni anche brutalmente diverse,
Non ricordo ... e anche se fosse penso che in ogni caso sia sempre
interessante e costruttivo confrontarsi con opinioni diverse :-)
Post by dacho
ma devo
ammettere che la tua analisi su questo "caso" è davvero notevole!
Sempre trattasi di parere sommario visto che qui e' impossibile fare
delle analisi approfondite
Post by dacho
C'è solo una motivazione che, forse, hai dimenticato di citare, molto
probabilmente perché quelle che hai dato erano di per loro già
abbastanza "calde": il "proponente l'investimento" forse voleva anche
semplicemente capitale di rischio fresco da investire su un non
garantito profitto dal nuovo tipo di attività commerciale (customer)..
Sicuramente potrebbe anche essere semplicemente quanto hai anzi scritto
anche se in tal caso non mi sembra sia il caso di avanzarlo ad un neofita
che sicuramente non e' pronto nel trovarsi di fronte ad alti rischi e
nessuna garanzia.

Anche se in ogni caso nel mettersi in proprio fa parte di s'e', per
quanto valutato e ponderato, il rischio.
Post by dacho
Capisco che questa aggiunta è abbastanza "banale" (soprattutto
rispetto a quelle che hai dato tu), ma oramai ho cominciato (anch'io)
a considerare anche le ipotesi più stupide per dare
motivazioni/obiettivi al comportamento di certi figuri..
Semplicemente siamo da una parte e dall'altra alla frutta per cui
trovandosi sempre piu' di fronte al di tutto e di piu' per sopravvivere.

Ciao HF
Ettore De Simone
2003-12-31 08:35:20 UTC
Permalink
Post by Krauss
Gli serve un socio per tenere aperto questo negozio e far decollare la
vendita al pubblico.
L'ingresso in società mi costerebbe circa 50'000 euro. (che non ho)
Consigli?, vostre esperienze?, non sò che fare!
Sta cercando di mettertelo in quel posto. Mandalo a quel paese.
Continua a leggere su narkive:
Risultati di ricerca per 'Consiglio investimento' (newsgroup and mailinglist)
11
risposte
CONSIGLIO INVESTIMENTO 10.000 euro
iniziato 2005-01-04 16:36:29 UTC
it.economia.investire
18
risposte
consiglio investimento
iniziato 2005-03-04 10:15:40 UTC
it.economia.investire
8
risposte
CONSIGLIO INVESTIMENTO
iniziato 2003-10-24 15:35:46 UTC
it.economia.borsa
8
risposte
Consiglio per favore
iniziato 2010-01-26 00:30:36 UTC
it.discussioni.varie
12
risposte
consiglio investimento...
iniziato 2003-11-05 11:29:15 UTC
it.economia.investire
Risultati di ricerca per 'Consiglio investimento' (Domande e Risposte)
8
risposte
Come devo impostare l'accesso di emergenza ai segreti aziendali critici nel caso in cui venissi "investito da un autobus"?
iniziato 2015-11-30 22:55:26 UTC
sicurezza
13
risposte
Come posso prepararmi per essere investito da un autobus?
iniziato 2013-01-24 05:00:26 UTC
lavoro
2
risposte
I war bond avevano migliori alternative di investimento durante la seconda guerra mondiale?
iniziato 2019-04-23 13:40:28 UTC
storia
9
risposte
L'azienda ha investito molto nella mia formazione. Va bene partire?
iniziato 2020-07-24 21:24:33 UTC
lavoro
4
risposte
Quanto dovrei spendere per investire in una macchina per caffè espresso a casa?
iniziato 2016-04-30 20:33:47 UTC
caffè
Discussioni interessanti ma non correlate
6
risposte
Come si può recuperare dopo aver parlato male in un'intervista?
iniziato 2012-04-19 00:25:42 UTC
5
risposte
Quali sono i mezzi efficaci per affrontare gli errori commessi da un individuo?
iniziato 2012-04-19 03:13:44 UTC
9
risposte
È accettabile utilizzare software piratato sul lavoro?
iniziato 2012-04-19 08:16:40 UTC
9
risposte
Esistono strategie che puoi utilizzare per rimanere concentrato quando lavori in un ambiente open space?
iniziato 2012-04-19 14:17:23 UTC
6
risposte
Come elencare i contratti sul curriculum
iniziato 2012-04-19 16:01:04 UTC
Loading...